Menu Principale

Votaci nella top 100

Presentato alla stampa il nuovo libro di Giovanni De Fanis Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   

29 maggio 2010 S.Massimino
Le paure sono come calzette, chi se le leva chi se le mette
Giovanni_De_Fanis-icoNella splendida cornice della Torretta all'ingresso del Borgo Antico di Termoli, sede dell'Associazione Amici del Borgo Vecchio, è stato presentato alla stampa l'ultima fatica letteraria dell'amico giornalista e scrittore Giovanni De Fanis: Mò cchiù, raccolta di proverbi e modi di dire in vernacolo termolese. Il libro,che è arricchito anche da una serie di bellissimi disegni dell'arch. Antonio De Felice, riporta in 352 pagine, circa 2400 tra proverbi, modi di dire e detti popolari raccolti dalla viva voce dei termolesi veraci, quelli che abitavano nel vecchio borgo termolese e che nel tempo via via vanno scomparendo. E' stato un lavoro immane che è costato all'amico Giovanni  anni di impegno ma che rappresentano un ulteriore tassello della "termolesità" e che trattano della vita, la cultura e la storia della città di Termoli. L' introduzione del libro è stata curata da Norberto Lombardi, massimo cultore e ricercatore molisano del fenomeno dell'emigrazione della  nostra regione.La presentazione ufficiale al pubblico del libro dovrebbe avvenire sabato 5 giugno alla Galleria Civica. All'amico Giovanni vanno i complimenti personali e dei nostri lettori per questa sua ulteriore fatica letteraria. Clicca sotto per vedere una clip della presentazione:

http://www.youtube.com/watch?v=Pht5BYbnsgc

 

Per lasciare un commento a questo articolo devi essere registrato al sito.