Menu Principale

Votaci nella top 100

Gli alunni delle scuole di S.Giacomo in visita alla centrale termoelettrica di Termoli Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   

24 aprile 2010 S. Fedele
alunni_SG-icoGiovedì intenso per i volontari dell’associazione Ambiente Basso Molise.
Ieri mattina hanno organizzato ed accompagnato i ragazzi delle classi IV e V della scuola elementare di San Giacomo degli Schiavoni, in una visita presso l’azienda Energia Molise S.p.A. di Termoli. Ottima l’accoglienza da parte di tutto il personale del gruppo SORGENIA che ha spiegato in dettaglio, ai giovani alunni, le tecniche di funzionamento di una centrale a ciclo combinato. Diversi ragazzi si sono distinti attraverso una serie di domande, soprattutto a riguardo degli eventuali rischi di inquinamento che la centrale può determinare sul nostro territorio. Gli alunni sono stati tranquillizzati dal personale tecnico che ha tenuto a precisare che la centrale possiede una serie di sistemi di sicurezza che limitano le emissioni nocive. Al termine dell’interessante e proficua visita il gruppo ha offerto ai ragazzi, insegnati e volontari un gradito rinfresco. L’associazione ambientalista basso molisana, come d’abitudine, ha ringraziato per la cortese accoglienza il direttore dell’impianto, Dott. Michele Caso, consegnando un poster.
Conclusa la mattinata, nel primo pomeriggio i volontari erano attesi dagli studenti della Facoltà di Scienze Ambientali dell’Università degli Studi del Molise. Tra i soci presenti, il dott. Marcello Di Stefano ed il dott. Giuseppe Verduni hanno condotto i giovani universitari attraverso i laghetti retrodunali di Campomarino Lido. La docente dell’Università molisana, prof.ssa Angela Stanisci, ha contattato l’associazione Ambiente Basso in quanto essa, oltre a collaborare da tempo con la Facoltà che ha sede a Pesche (IS), studia e tutela costantemente quest’area, ritenendola una delle più importanti del  Molise dal punto di vista naturalistico e paesaggistico. Al termine della visita sia i laureandi che i membri dell’associazione ambientalista erano concordi sul fatto che essa rappresenta un ambiente esclusivo per la presenza floristica, la posizione geografica e la ricchezza dell’avifauna, soprattutto delle specie migratorie.

 

Per lasciare un commento a questo articolo devi essere registrato al sito.