Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giovanni e le apparizioni del 24 giugno. Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
24 giugno 2020 S.Giovanni Battista

san-giovanni-battista1918

Molti termolesi sono convinti che nel giorno di San Giovanni, il 24 giugno di ogni anno, il santo appaia all’orizzonte tra il cielo e il mare, proprio nel momento in cui sorge il sole. Tra i riflessi dei raggi sulla superficie dell’acqua, tra il bagliore accecante e l’arancione dell’aurora c’è chi giura  e spergiura di aver visto il Battista spargere acqua santa in mare e benedire dunque le acque della città. E chi nel riverbero del sole sull'acqua ha visto il santo bagnarsi le mani o piedi. Un tempo, molte generazioni fa, i termolesi si radunavano lungo la strada che va dal porto al Belvedere e guardando a levante aspettavano l'apparizione. Legata alla leggenda di San Giovanni c'è n'è un'altra che riguarda solo le donne. Una volta, infatti, le termolesi in età da matrimonio a mezzanotte in punto del 23 giugno versavano in un bicchiere d’acqua del piombo liquefatto che raffreddandosi al contatto dell’acqua assumeva forme varie (ndr in altre località si usava versare nell'acqua o il rosso dell'uovo o la posa del caffè). A seconda che fossero più o meno rotonde ricavavano l’auspicio che presto o mai si sarebbero fidanzate o sposate.
Giovanni De Fanis
 

Per lasciare un commento a questo articolo devi essere registrato al sito.