Menu Principale

Votaci nella top 100

Inizia oggi al Liceo Classico di Termoli la XIII ediz. del premio di Greco Antico. Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
22 marzo 2018 S.Lea
Organizzatori_gara_Greco_antico
foto estratta dal sito Primonumero
Diciannove studenti da tutta Italia (da Milano a Ragusa) per la XIII edizione della Gara di Greco Antico. Giunti ieri a Termoli affronteranno oggi la traduzione di un testo di Sofocle dal greco
all’italiano presso il Liceo Classico "G.Perrotta" di Termoli. Ieri mattina in un incontro con i mass media locaali nello studio di presidenza del Perrotta, la dirigente scolastica Rita Concetta Niro ha presentato l’iniziativa insieme al presidente del Rotary Basilio Ciucci e al preside Antonio Mucciaccio, presidente della commissione di Greco che organizza la manifestazione.
«I ragazzi saranno sicuramente soddisfatti - ha spiegato la dirigente - perchè questo rappresenta per loro un importante momento di crescita, oltre che di aggregazione. Siamo contenti di accoglierli e di ospitarli in città». Dopo la prova i ragazzi visiteranno il borgo di Termoli di notte, con una speciale escursione grazie al presidente dell’Archeoclub Oscar De Lena che li guiderà tra i vicoli del borgo e al castello per una serata diversa dal solito. Venerdì invece, la tradizionale uscita alle isole Tremiti sarà sostituita - a causa del maltempo - con una visita a Larino e all’area frentana, «alla scoperta dell’anfiteatro, del centro storico, della cattedrale - ha spiegato la presidente incoming del Rotary Rossella Travaglini - e per conoscere il museo, occasione per parlare di Cluentio, difeso da Cicerone».
«Ringraziamo la scuola - ha aggiunto il presidente Basilio Ciucci - la preside e i docenti che si
mettono a disposizione, oltre che i dieci Rotary di tutta Italia per il contributo offerto ai ragazzi».
Sabato alle 9.30 al cinema Sant’Antonio la premiazione «con sorpresa», ha aggiunto il preside Antonio Mucciaccio. «In città arriverà la Lamborghini dell’ingegner Buccione, perchè come ogni anno ho chiamato l’ingegnere termolese Luciano De Oto, responsabile della linea della progettazione e della produzione della Lamborghini».

 

Per lasciare un commento a questo articolo devi essere registrato al sito.