Menu Principale

Votaci nella top 100

Il Vescovo Gianfranco De Luca visita la Chiesa Evangelica Valdese di S.Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
31 gennaio 2011 S.Giovanni Bosco
Chi più brama, più si affama
il_vescovo_e_il_pastore-icoIeri pomeriggio alle ore 18,30 , nell'ambito delle diverse manifestazioni previste durante la Visita Pastorale di S.E. il Vescovo Gianfranco De Luca alla parrocchia di S.Giacomo, c'è stato un incontro con il Pastore del Tempio della Chiesa Evangelica Valdese Giovanni Anziani. L'incontro è avvenuto nell'antico Tempio sangiacomese che fu inaugurato il 15 gennaio del 1905.Il Pastore Anziani, dopo il benvenuto al Vescovo e al nostro parroco don Timoteo, ha elencato alcune proposte per intensificare e organizzare nuovi  incontri tra le due chiese per discutere di tematiche comuni in modo particolare ora che il Vescovo diocesano di Termoli-Larino, Monsignor Gianfranco De Luca, da qualche settimana è stato eletto  alla presidenza dell’Ufficio Clero e Vita Consacrata e dell’Ufficio per l’Ecumenismo. Al Pastore Anziani piacerebbe molto avere un nuovo incontro per la prossima festività della Pentecoste ed un successivo, eventualmente verso fine anno, per parlare del Creato e di tutte le problematiche ad esso collegate: l'ambiente, la natura, l'acqua, l'inquinamento. Non è escluso che un altro tema che potrebbe essere affrontato  possa essere anche una discussione sulla Bibbia e l’Italia nel 150esimo anniversario dell’Unità. Si è parlato anche di possibili attività concrete per aiutare la famiglie bisognose e i nuovi poveri che, in questo periodo di crisi economica a livello mondiale, sono sempre più numerosi. Un abbraccio affettuoso e cordiale tra il Vescovo De Luca e il Pastore Anziani, ha concluso l'incontro
Breve storia della Chiesa Evangelica valdese di S.Giacomo:
Nel mese di Maggio 1903 su un terreno donato dalla famiglia Garzella, iniziano i lavori per la costruzione di una Chiesa Valdese. A S. Giacomo in quel periodo fermentava una contestazione di alcuni coloni contro i diritti della mensa vescovile : la terraglia. Questi coloni non avendo legittimi motivi per contrastare il diritto del vescovo, ricorsero all’arma della ribellione e del dispetto, accogliendo ben volentieri l’occasione che a loro si presentava con il passaggio a S. Giacomo di un gruppo di protestanti. Questi, dopo aver raccolto l’adesione di alcune famiglie e preso possesso di un terreno e di un magazzino donato loro dalla famiglia di M. Garzella si diedero subito da farsi per la costruzione di una chiesa che iniziata nel maggio 1903 fu inaugurata il 15 gennaio 1905.
 

Per lasciare un commento a questo articolo devi essere registrato al sito.