Menu Principale

Votaci nella top 100

Dal produttore al consumatore: a Termoli in piazza il mercato a km zero Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
5 gennaio 2011 S.Amelia
Chi mal vive, stà sempre in timore
mercato--km-0-icoDal produttore al consumatore, senza intermediazioni. Nel mercato di Corso Fratelli Brigida a Termoli è stato inaugurato da alcuni giorni il presidio della Campagna Amica, iniziativa della Coldiretti in collaborazione con dieci agricoltori e con il Comune adriatico.Per il momento sono dieci le aziende, tutte locali, nei 5 box allestiti. Il mercato è comunque destinato ad allargarsi, tanto che l’amministrazione sta pensando anche a nuove postazioni nell’altro mercato, quello di via Inghilterra. Dalle confetture ai formaggi, dalla verdura agli ortaggi: prodotti freschi e genuini che vengono venduti direttamente dai coltivatori, senza filtri.
Il mercato sarà presente in pianta stabile anche nei prossimi mesi, percorso avviato già a Isernia, dove sarà aperto in futuro anche un altro punto vendita, Capracotta durante l’estate, nell’agrimercato di Campobasso. La Coldiretti attiverà un presidio anche in un altro centro del Basso Molise. «E’ l’ennesimo passo in avanti per la vendita organizzata – ha spiegato Amodio De Angelis, presidente della Coldiretti, nella conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa che si è tenuta la mattina del 4 gennaio, nella sede del Consorzio di Bonifica di Termoli – i prodotti in vendita sono salubri e genuini, certificati, e non appartengono a terreni contaminati. In una terra in cui si vuole cercare per forza l’inquinamento (detto con una nota polemica, in riferimento alle ultime vicende ambientali che hanno interessato il Basso Molise, ndr), questa iniziativa rappresenta una boccata di ottimismo, è il segnale che l’agricoltura non è morta. Stiamo costituendo la filiera italiana, per fare in modo che le imprese agricole abbiano un margine di guadagno. Vogliamo far capire a tutti che l’agricoltura c’è. La politica deve seguire le regole, soprattutto chi specula su di noi».
La responsabile di "Campagna Amica" Carla Porfirio è entrata nel merito del progetto: «E’ stata istituita una fondazione che si pone come obiettivi la vendita diretta, turismo e sostenibilità. Il progetto economico si basa sulla realizzazione di una filiera agricola tutta italiana, con prodotti di qualità a un giusto presso, tagliando le intermediazioni. In Campagna amica confluiscono anche altre aziende, agriturismi, cooperative. Complessivamente le imprese aderenti in regione sono 50. La certezza della provenienza e della qualità di questi prodotti viene assicurata da un efficiente sistema di controlli sulle imprese agricole licenziatarie del marchio alle quali viene consegnata una targa con il nome ed un codice identificativo dell’azienda produttrice; il tutto garantito da un ente terzo di certificazione». Il direttore della Coldiretti Angelo Milo ha ribadito che il mercato rappresenta un momento di forte sinergia e di reattività. Il vicesindaco Enzo Ferrazzano ha sottolineato che l’iniziativa va incontro alle esigenze sia dei produttori sia dei consumatori, che possono acquistare prodotti genuini.
 

Per lasciare un commento a questo articolo devi essere registrato al sito.