Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
Messe e attività previste per la Quaresima Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
1 marzo 2017 Le Ceneri
Grazie al nostro parroco don Alessandro che ci ha fatto recapitare il programma delle Messe e delle altre attività previste per questo periodo quaresimale che precede la Santa Pasqua di Resurrezione, pubblichiamo oggi il programma di quanto si svolgerà in questa prima settimana di marzo.

Pasqua_2017-prima_sett
 
Questa sera andiamo a divertirci a.... Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
11 agosto 2017 S.Chiara
estate_3

TERMOLI
11 agosto
UNO, NESSUNO, CENTOMILA
con Enrico Lo Verso. Regia di Alessandra PIzzi
Teatro Verde, ore 21:30 - Ingresso a pagamento

11 - 13 Agosto
Messaggi dal Mare - X edizione
A cura di Roberto Regnoli
Castello Svevo - ore 19:00

10 e 11 agosto
JAMBALAYA - Beach R’N’R’ party
a cura del Bahia Azzurra
Ristorante Pizzeria Bahia Azzurra, Rio Vivo, ore 21:00

11 - 14 agosto
AUT AUT: FESTIVAL DEGLI AUTORI
a cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Termoli
Piazzetta di Corso Vittorio Emanuele III - ore 21:30

11 agosto
LUCA BOTTURA ED ENZO LUONGO
“il Molise non Esiste”

PETACCIATO
11 agosto con il Calypso Mekkani  al piazzale Guardia Costiera di Petacciato marina

PALATA
11 agosto la Notte dello sport.

VASTO
11  Agosto  Sotto un Mare di Stelle - Escursione  notturna nella Riserva di Punta Aderci 
Lettura del cielo, delle sue costellazioni e pianeti (max 80 partecipanti durata percorso 2 ore)
Ritrovo ore 20.30 punto info Riserva spiaggia di Punta Penna 
Info e prenotazioni: COGECSTRE 334 6290593 € (escluso soci CAI)
CAI Vasto e COGECSTRE

 
Domenica 20 dicembre Concerto della Corale di Termoli Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
18 dicembre 2015 S.Graziano
concerto_di_Natale_20dic

L'Associazione Corale "Città di Termoli", comunica ai nostri lettori che
Domenica 20 Dicembre 2015 alle 19.00 nella Chiesa di Gesù Crocifisso in Termoli,
ci sarà il XXIV°
CONCERTO DI NATALE
"NOTTE DI LUCE"
diretto dal M° Carmine Mascitelli.
Ingresso Libero.
La Presidente
Lisi Concetta
 
Complimenti e auguri al neo-dottore Gianluca De Lena Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
27 luglio 2011 S.Liliana
laurea_di_Luca-icoIeri, presso l'Università di Campobasso, con il punteggio di 101 si è laureato in Economia Aziendale l'insegnante di pianoforte Gianluca De Lena discutendo una tesi sul tema:"L'evoluzione del concetto di Qualità Aziendale, con particolare riferimento all'erogazione dei servizi educativi scolastici". Correlatore Chiar.ma Prof.ssa Concettina Buccione; Relatore Chiar.mo Prof. Francesco Testa. Al maestro e ora dottore vanno gli auguri di tutta la redazione e miei personali perchè Gianluca è mio figlio.
 
Guardialfiera - L’attualità della “Mensa Fraterna di S.Giuseppe” di Jovine descritta nel 1941 Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
16 marzo 2016 S.Eriberto
tavola_di_s.giuseppe
L’attualità della “Mensa Fraterna di S.Giuseppe” di Jovine descritta nel 1941 e il rapporto della vicinanza e della misericordia nell’Anno Giubilare a Guardialfiera
“Quelli di marzo son giorni in cui la campagna non ha bisogno di molte braccia; anche le donne, nella novena di San Giuseppe,  possono dedicarsi al forno, alle pentole, alla questua.
Perché coloro  che hanno già dato, diventano a loro volta questuanti.  E lo fanno con seria e cristiana umiltà, baciando tre volte  la croce incisa sulla crosta croccante del pane. I ragazzi
in questi giorni percorrono il paese, fiutando, come segugi, i punti di donazione di pagnottelle e sfringioni (cordicelle di pasta lievitata fritta - ndr); si scambiano informazioni, allenandosi a conquistare i primi posti accanto agli usci  olezzanti di olio.
Per i fanciulli la settima offre occasioni innumerevoli di gazzarre, ed i poveri denutriti dall’inverno, si godono il primo solicello di marzo sui muriccioli diruti, sbocconcellando, con serena lentezza, il pane offerto dalla bontà dei devoti e aspettando con lieto animo, il giorno della festa del Santo, nella cui ricorrenza le famiglie più agiate, per tradizione immemorabile, offrono a squadre d’amici ed a bisognosi, un vero e proprio banchetto. E’ il duplice simboleggiare della famiglia di Nazareth e dell’agape fraterna.Un uomo anziano, una dona - poveri entrambi - ed un bambino, vengono prescelti per comporre la Sacra Famiglia. Dopo la Messa solenne, i due vecchi, s’avviano alla casa  del beneficente, tenendo per mano il bimbo che procede al centro. Lungo la via il terzetto incontra altre “Sacre Famiglie” che hanno la stessa aria, la stessa andatura. Arrivati all’abitazione designata, San Giuseppe, la Madonna e il Bambino, dicono: “Gesù e Maria”. La famiglia devota che è in gruppo ad attenderli, risponde: “Oggi e sempre”.In una stanzetta appartata, per loro, c’è la tavola apparecchiata su una tovaglia bella. Un convito silenzioso. La statuetta o un quadro di San Giuseppe, testimone e custode della casa, emana un senso di grazia, di miracolo. Le donne di famiglia servono il pasto, mute e commosse, perché non venga turbata  l’atmosfera  di  rigorosa austerità. Un pranzo di 13 pietanze magre di San Giuseppe: antipasto d’arance condite con olio, pepe e sale; ceci e fagioli  grossi, saporiti, tiepidi. A tavola, ritualmente si ridice, che legumi così teneri e bianchi,  solo la bontà del Patriarca immacolato può ottenerli. E, inoltre, incomparabili bucatini con mollica di pane rosolato, baccalà, ciuffi di rape, riso, lumache, funghi, asparagi,  merluzzo, olive, finocchi, buon vino, vengono serviti anche in altro ambiente comune, più rumoroso, allegro. E chiunque entri e chieda in nome di Gesù e Maria, diventa commensale”.
Questa pagina “guardiese” umana e suggestiva, è stata vergata dalla penna di Francesco Jovine nel 1941, per il Giornale d’Italia. E ancora rappresenta la cronaca impressionante e perfetta d’una tradizione e devozione popolare culminata domenica 13 marzo, festa locale a Guardialfiera di San Giuseppe.
 
<< Inizio < Prec. 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 Succ. > Fine >>

Pagina 105 di 772