Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
Giapponesi a Termoli in visita al borgo e per affari Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
20 marzo 2018 S.Alessandra

gruppo_con_giapponesi

Tre uomini d'affari giapponesi accompagnati da una traduttrice, sono giunti a Termoli per incontrarsi con le due sorelle  termolesi Claudia e Tiziana Nuozzi che ormai da anni producono una miscela a base delle migliori qualità di Arabica con le tecniche  della più antica arte della torrefazione italiana del caffè.
Infatti in contrada Pozzo Pisano a Termoli c'è una azienda di torrefazione del caffè a conduzione familiare fondata diversi anni fa da  Domenico Nuozzi e dove le figlie Claudia e Tiziana grazie a continui studi di marketing, sono riuscite a mettere a punto una miscela  di caffè apprezzata in tutto il mondo ottenendo il riconoscimento dell’eccellenza da parte di numerosi importatori e distributori. I  giapponesi, giunti a Termoli nella tarda mattinata, avevano prima visitato una famosa cantina di vini abruzzesi nella zona di Pescara  e poi sono arrivati a Termoli nel piazzale del porto dove ad attenderli c'erano le due sorelle Nuozzi e il presidente dell'Archeoclub Oscar De Lena che ha raccontato loro la storia della nostra città accompagnandoli poi per le stradine e le piazzette del borgo, alla cattedrale,  alla "rejiecelle" e al castello dal cui terrazzo hanno potuto ammirare il bellissimo panorama del borgo e della nuova Termoli e dove hanno scattato decine di foto ricordo.
Dopo un ottimo pranzo in un tipico ristorante termolese, si è parlato di affari e, sembrerà strano, come un prodotto di eccellenza  quale il "caffè domingo" dell'azienda Nuozzi possa partire da Termoli per raggiungere tante località del mondo e la lontana terra del  "sol levante" il Giappone.
 
Applausi scroscianti per i liceali di Termoli nella commedia "Le voci di dentro" Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
19 marzo 2012 S.Giuseppe - Auguri a tutti i papà

Teatro_le_voci_dentroAncora un successo per gli studenti del Liceo Scientifico "Alfano" di Termoli che, con i due spettacoli di sabato mattina, hanno concluso la loro performance che li ha visti interpreti della commedia napoletana "Le voci dentro" scritta e rappresentata tante volte dal grande Eduardo De Filippo.La commedia si sviluppa e porta a conclusione il filo conduttore del ciclo di opere realizzate dal grande Eduardo nell'immediato dopoguerra quando Napoli pullulava dei tanti soldati americani che l'avevano liberata.
In quest'opera ritorna il tema dell'ambiguità di rapporto fra realtà e sogno. Il filo conduttore di questa commedia, forse la più amara scritta da Eduardo, è l'incomunicabilità simboleggiata dallo zi' Nicola, l'enigmatico personaggio che per disillusione delle cose umane ha rinunciato a parlare preferendo esprimersi con una sorta di "Codice Morse" dove i punti e le linee sono lo scoppio di petardi. Questo personaggio è la metafora di chi, dolorosamente, vuole mantenersi estraneo e al di fuori dalle meschine vicende del mondo; abita in una sorta di palafitta, eretta al centro della scena, lontano dalle vicende che si svolgono sul palcoscenico, e lì morirà nel mezzo della commedia, tornando a parlare poco prima di morire, solo per esclamare: «Per favore, un poco di pace!».Con la rappresentazione di quest'anno si  è voluto celebrare il ventennale delle attività previste nel progetto del laboratorio teatrale "Il filo di Arianna - conoscere il teatro". Ottima l'interpretazione dei giovani attori e delle cantanti che hanno riproposto una serie di brani dello swing che tanto andava di moda subito dopo la guerra anche grazie alla numerosa presenza delle truppe americane presenti a Napoli.Un plauso va a tutto il corpo insegnante che ha preparato i numerosi ragazzi: alla prof.ssa Lucia Lucianetti , coordinatrice del progetto che insieme  alla prof.ssa Maria Teresa Covatta ha curato la recitazione, i costumi e  l'organizzazione dello  spettacolo. La prof.ssa  Carolina Rucci ha guidato il gruppo degli alunni scenografi.Lo spettacolo è stato arricchito da  due  video introduttivi, che hanno contribuito a ricostruire, per il numeroso pubblico, soprattutto  per i più giovani,  il contesto storico e sociale dell 'epoca in cui è ambientata la commedia.Gli espertii esterni Antonella De Blasiis, maestra di ballo e coreografa e  il  Maestro di Musica Savino Alessandro Di Palma  hanno curato rispettivamente  i due balletti e le nove  canzoni che hanno ricreato l'atmosfera musicale  di quegli anni in Italia.
Oltre 2500 gli spettatori che hanno potuto assistere alla commedia nelle sue 7 repliche. Scroscianti applausi per tutti gli interpreti.
Il gruppo teatrale "Il filo di Arianna" è stato ammesso alla Rassegna Nazionale di Teatro della scuola "Voci dal Mediterraneo" di Bisceglie dove presenterà lo spettacolo il 23 aprile pv..Alla medesima rassegna lo scorso anno furono premiati gli alunni Anna Calmo  e Rocco Di Zinno come migliori attori  interpreti della farsa "Il medico dei pazzi".
Un arrivederci a questa estate quando la commedia sarà di nuovo riproposta durante l'Estate Termolese presso il Teatro Verde
Per rivedere parte dello spettacolo, guarda il video sotto.

 
Interessante conferenza oggi pomeriggio a Termoli Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
28 aprile 2017 S.VConf._su_Eutanasiaaleria
 
Quattro serate di musica live al Bobby's Bar Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
24 marzo 2016
Pasqua_al_Bobbys_bar_x_sito
Sarà una weekend di Pasqua intenso quello del Bobby's Live Bar di San Giacomo degli Schiavoni.
Quattro giorni di eventi e di musica a 360 gradi.

Si parte giovedì 24 marzo con il ritorno dei DISCO SOCKS, dopo la loro esibizione al Bobby’s Summer Fest nella scorsa estate. La band vastese, nata nel 2013 con l’intento di unire l’energia del rock con la ballabilità e easy listening della pop/disco music, è arrivata finalista del 1MFestival e si è esibita sul palco del Concertone del Primo Maggio a Roma. Tornano per presentare il loro nuovo singolo e videoclip "Cool Boy”. In apertura JAMAAL, con brani inediti e qualche cover in versione unplugged, chitarra e voce.

Venerdì 25 marzo si entra nel vivo del weekend “pasquale” con THE FIFTYNINERS, armati del loro fulminante e rovente rock'n' roll di matrice fifties ma contaminato da influenze e sonorità psychobilly e punk/rock, per una delle tappe del loro tour di celebrazione dei 10 anni di attività.
Prima e dopo il concerto dj set a cura di Arseniko Rulex.

Ad “infuocare” la serata di sabato 26 marzo ci sarà un grandissimo e graditissimo ritorno in molise, i FINGERNAILS, autentiche leggende dell’heavy metal italiano, attivi dal 1981, 35 anni di carriera e concerti in tutta italia e europa, con il loro speed-metal di stampo “motorheadiano”, in tanti ricordano la loro energica esibizione all'ottava edizione dell'Armageddon in the park nell'ormai lontano 2011.
A fare da spalla i bassomolisani heavy-thrasher NARCOSYNTH.

Domenica 27 marzo si chiude in bellezza il mese di marzo, con il tradizionale concerto punk/hardcore organizzato in collaborazione con il Basso Molise Hardcore.
Ospiti della serata i MINNIE’S, storica formazione milanese della scena punk/rock italiana, per la prima volta al Bobby’s e dopo più di 10 anni in bassomolise, insieme ai COFFEESHOWER da L’Aquila, per presentare il loro nuovo album "Houses", una bomba di punk rock melodico, tra le migliori uscite degli ultimi tempi e infine il ritorno dei NO BLAME da Bari, con il loro hc melodico e tanto cuore.
 
Si apre oggi a Larino la 275esima Fiera d’Ottobre Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
4 ottobre 2017 S.Francesco

fiera_di_Larino

Questa mattina alle ore 11,00 inaugurazione della 275° Edizione della Fiera D’Ottobre di Larino, in programma dal 4 all’8 ottobre nello stadio comunale sul Piano San Leonardo. Il più grande e antico evento fieristico del Molise, tra i più importanti del Centro Sud Italia, anche quest’anno forte delle oltre 100 aziende presenti, ospitate nei 7000 metri quadrati aperti al pubblico, di cui oltre 1500 al coperto.
Enogastronomia, commercio, artigianato, agricoltura i settori trainanti della manifestazione, arricchiti da diversi convegni e momenti di intrattenimento, che si svolgeranno all’interno della Fiera stessa nel padiglione adibito a sala conferenza.
Giovedì 5 ottobre alle 17.30 nel padiglione convegni, sarà presentato dall’assessore ai Lavori Pubblici Michele Palmieri il nuovo impianto fieristico polifunzionale realizzato in contrada Monte Arcano, destinato a divenire la nuova “casa” della Fiera D’Ottobre e di molte altre manifestazioni future.

Venerdì 6 ottobre alle 18.30 sempre all’interno della sala conferenze del campo sportivo, si svolgerà il convegno “Olio: domani” a cura del Lions Club di Larino.

Sabato 7 alle 17 è in programma l’incontro“Funzionamento dei fondi diretti ed indiretti della Ue”, al quale interverrà l’Europarlamentare Daniela Aiuto. Sempre sabato 7 ottobre alle 18 nella sala conferenze de “il Melograno” in Largo Pretorio è in programma il convegno “Buone pratiche nel campo del turismo rurale in Molise” a cura del Circolo Auser di Larino.

Infine, l’8 ottobre alle 15 nel padiglione convegni è atteso il convegno “Olivicoltura molisana: scenari attuali e futuri tra qualità e reddito” promosso dall’Apropol. Ampio spazio, come di consueto, sarà dedicato anche alle tante e meritevoli associazioni di volontariato del territorio.

«Anche per la 275° edizione il Comune di Larino presenterà una Fiera D’Ottobre ricca di espositori, con una superfice commerciale aumentata e molte saranno le novità all’interno degli stand, oltre al tradizionale settore agricolo, che fanno della Fiera di Larino una delle più importanti del Sud Italia – il commento del Sindaco Vincenzo Notarangelo – Quest’anno, inoltre, viviamo l’evento con una punta di orgoglio in più, che deriva dall’aver mantenuto una importante promessa fatta alla cittadinanza: la realizzazione del nuovo quartiere fieristico, atteso da quasi tre secoli. Una struttura moderna e polivalente che oltre la Fiera D’Ottobre potrà contenere altre e diverse manifestazioni».
 
<< Inizio < Prec. 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 Succ. > Fine >>

Pagina 101 di 844