Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
Il Vicario Episcopale della Chiesa Copto-Ortodossa Padre Theofilos El Soryani in visita al Borgo Antico di Termoli Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
15 gennaio 2016 S.Mauro
Guida_ospiti_egiziani
Il Vicario Episcopale della Chiesa Copto-Ortodossa Theofilos El Soryani della Diocesi Copta Ortodossa della Chiesa di San Giorgio sita in Via Sante Bargellini 13A a Roma trovandosi a Termoli con un suo diacono, approfittando della bellissima giornata di ieri che sembrava quasi estiva, ha fatto visita al Borgo Antico di Termoli accompagnato dal presidente dell'Archeoclub Oscar De Lena che ha raccontatato ai due graditi ospiti la storia della nostra città e in modo paricolare la vita dei due santi presenti nella Cattedrale: S.Basso e S.Timoteo.
Il Vicario Episcopale della Chiesa Copto-Ortodossa Padre Theofilos El Soryani periodicamente viene a Termoli per celebrare la messa ai componenti della comunità egiziana presente in città.
Padre Theofilos ha avuto parole di apprezzamento per la bellezza del borgo e  ha chiesto di poter far visitare la città, quanto prima, a un gruppo di circa cinquanta egiziani.

 

 
Verso la 28^ Giornata Mondiale della Poesia a Guardialfiera Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
9 febbraio 2016 S.Apollonia

Porta_Santa_di_Guardialfiera-r

Il tema, per il 2 ottobre, legato all’Anno Santo Straordinario della Misericordia S. Leone IX Papa, nell’Anno 1053, dalla Terra Molisana, elargisce al Mondo,
l’Indulgenza Plenaria sine tempore ed apre a Guardialfiera la prima “Porta Santa” della cristianità
Il Molise ha qualcosa d’importante da dire al mondo; per cui la prosa non basta. Più adeguato sarebbe usare un cocktail di parole, quasi in musica: plasmare un “pensiero” in poesia con cui svelare i segreti più segreti e le vicende più avvincenti dell’umanità. Evocare e celebrare nell’anno della Misericordia, l’incredibilità di un atto misericordioso, ravvolto ancora di freschezza, avvenuto “apud Biphernum flumen ed a ciò che, lì vicino, in “Catrum Guardiae”,  Papa Leone IX (Brunone dei Conti di Dagburg) ebbe a “combinare” nell’Anno Domini 1053.
In una ridda di emozioni e nel brivido della riconquistata pace interiore, egli s’inventa ed elargisce da Guardialfiera un modello sconosciuto di grazia. Concede  la prima forma nella storia, di Indulgenza Plenaria sine tempore. Riapre qui il cuore di Dio alla Misericordia, 257 anni prima del Grande Giubileo romano di Bonifacio VIII.
Tedesco cinquantaduenne, s’incammina da Roma in direzione della  Capitanata per concordare sul Fortore un patto di fides reciproca con i Bizantini e cercare un’intesa capace di contrastare l’avanzata dei Normanni verso lo Stato Pontificio. Ma lungo il tragitto è ignorato, ripulso, umiliato da popolani spauriti, appartenenti a Contee Longobarde in zuffe fra loro. E’ giugno, passa  quaggiù, e trova che, le acque rovinose del Biferno in piena, inghiottiscono il Ponte di Annibale e gli precludono l’avanzata alla volta della Daunia. Ma dal fiume, come un miraggio, il Pontefice intravede sul crinale della collina, una rocca ed un pugno di case e, all’istante, scala con il cavallo i dirupi scivolosi. Giunge col codazzo alla testarda Guardialfiera che, finalmente, lo risana. Dal Conte Adalpherio, dal Clero da un popolo incredulo e festante, Leone IX ripercepisce la tenerezza umana. E’ rifocillato, è vivificato, accolto con gli onori dovuti al Vicario di Cristo
Come ripagare, a tal punto, questo  squarcio di coraggio e di luce così risolutamente donato? Il Papa, estroso, escogita il beneficio della Indulgenza Plenaria Perpetua, ed apre a Guardialfiera la prima  Porta Santa della cristianità.
E’ questa, in sintesi,  l’intricata avventura  riconosciuta anche da  Papa Francesco, per la quale il 5 luglio 2014 da Campobasso, non esita a definire il Molise “Terra di Misericordia e di Perdono”. Ma è questo anche luogo di armonia e di poesia. Perché dal Lido di Venezia, Domenico Simi de’ Burgis, l’ideatore della “Giornata Mondiale della Poesia”, pone a Guardialfiera, già Capitale del Parco Letterario, la Sede ufficiale per il raduno di poeti e per l’apoteosi alla Poesia, mitizzata ogni anno il 2 ottobre
Dimodocché  in occasione della “28^ Giornata Mondiale", l’Associazione Internazionale “Poesia 2 ottobre” di Venezia, il Centro Studi di Guardialfiera ed il Centro Culturale Studi Storici di Eboli, propongono ai Poeti la possibilità di fondere il duplice aspetto in unica seduzione: riporre cioè nel Canto delle Muse, il valore della Misericordia che è il più stupendo di tutti gli attributi di Dio. E’ infatti altruismo, è cammino, è caduta, solidarietà, accoglienza; è sapienza, pietà, incontro. Ma è pervertimento quando - all’opposto - si tramuta in oltraggi, in forme di ingiustizia e di violenza; in sopraffazione dell’uomo sull’uomo; in malvagità verso vittime innocenti.
Con il cuore in groppa, tanti poeti potranno riconoscere, perciò, la faccia dell’umanità e dire quest’anno cose belle al mondo. Attraverseranno, con trame ispirate, Porte Sante di poveri, di malati di vecchi, di sofferenti. Per guardarli, ascoltarli ad un millimetro di viso, di occhi, di voce. E, scorgendone la sintesi di tutto il Vangelo, riusciranno a  farci esclamare quel “quando mai, Signore, ti abbiamo visto affamato, assetato, nudo…?”  (Mt. 23, 36). Palpitazioni eterne avvertite, anche in forme pagane, e cantate già nei secoli lontani; già dalla lirica ellenistica drammatica ed epica, già da cantori agnostici o di ogni fede, fino a sacerdoti dell’ateismo contemporaneo, fino alla fortezza ed alla profezia di Alda Merini o alla distesa patria dell’anima di David M. Turoldo.
Perciò da oggi è rivolto l’invito agli ostinati amanti delle Muse a volerci trasmettere i lavori – in dialetto o in lingua – entro il 31 luglio 2016. E’ possibile inviarli in forma cartacea al Centro Studi Molise, Corso Umberto 86030 Guardialfiera o per e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. e, indifferentemente, anche al Centro Culturale Studi Storici, Via don Paolo Vacca,   84025 Eboli ; o e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .
La Cerimonia – da quest’anno più agile e attraente – resta fissata al 2 ottobre ed è armonizzata anche da  graziosa expo in Sala, di liriche pervenute entro i termini. Resta la possibilità di affiancare la poesia con la mostra consueta d’arte sulla galleria del palchetto. Sarà creata inoltre l’opportunità di lucrare l’Indulgenza Giubilare, valicando la “Porta Santa” della “Casa Famiglia”, laddove la fede ogni giorno si traduce in opere d’amore.
vincenzo di sabato
 
Ristrutturazione e riconversione dei vigneti - le domande fino al 15 giugno Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
26 maggio 2017 S.Filippo Neri
Vigneti

È stata disposta l’apertura dei termini per la presentazione delle domande di contributo per la campagna vitivinicola 2017/2018 per la misura che riguarda la ‘Ristrutturazione e riconversione dei vigneti’. Lo fa sapere l’assessorato alle Politiche Agricole della Regione Molise, specificando che il termine ultimo per la presentazione delle stesse è fissato al 15 giugno 2017.
Le domande dovranno essere presentate esclusivamente per via telematica utilizzando le predisposizioni Agea-Op fruibili sul portale Sian, nei centri autorizzati di assistenza agricola.
«Finanziamenti importanti che soddisferanno le aspettative ed esigenze degli interessati- il commento dell’assessore al ramo, Vittorino Facciolla -, un aiuto di notevole entità per tutti quei viticoltori molisani che attuano interventi di ristrutturazione e riconversione dei vigneti mediante l’adozione di sistemi di gestione tradizionali, consentendo un miglioramento qualitativo parimenti al contenimento dei costi di produzione».
Nello specifico, infatti, la misura ha l’obiettivo di aumentare la competitività dei produttori di vino tramite il finanziamento di interventi per il rinnovamento degli impianti vitivinicoli. Si tratta di adeguare la produzione in termini di qualità e quantità della domanda di mercato; migliorare la qualità aumentando la percentuale regionale della produzione di vini Dop/Doc e Igp/Igt; ridurre la superficie vitata a vigneti atti alla produzione di ‘vini senza indicazione geografica’ escludendola dagli aiuti; valorizzare la tipicità dei prodotti legati al territorio e ai vitigni tradizionali di maggior pregio enologico o commerciale; diffondere le innovazioni nell’impianto e nella gestione dei vigneti; ridurre i costi di produzione e ricollocare meglio le produzioni di vino di maggiore pregio nelle aree più vocate».
Per la campagna vitivinicola 2017/2018, la somma assegnata alla Regione Molise ammonta a 916 mila e 212 euro. L’importo massimo ammissibile a contributo è pari a 11.534 euro per ettaro più le perdite di reddito pari a tremila euro in caso di estirpo-reimpianto e a 1.500 euro per il sovrainnesto.
Una volta compilate e rilasciate le domande, corredate della documentazione elencata nell’allegato ‘A’, devono essere trasmesse al Servizio Economia del Territorio, Attività Integrative, Infrastrutture Rurali e Servizi alle Imprese IV Dipartimento della Giunta Regionale, entro sette giorni dalla scadenza del termine di presentazione, pena la non ricevibilità.

 
Oggi pomeriggio III ediz. Presepe Vivente di Sn Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
8 gennaio 2017 Battesimo di Gesù
Presepe-rinvio
CAUSA TEMPERATURE TROPPO RIGIDE ( 1-2° C) LA TERZA EDIZIONE DEL PRESEPE VIVENTE DI SAN GIACOMO E' STATA ANNULLATA
 
Giovedì 23 giugno Consiglio Comunale Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
21 giugno 2011 S.Luigi
Chi si è scottato con l'acqua calda ha paura anche dell'acqua fredda
municipio-icoNota informativa del Comune di San Giacomo degli Schiavoni - www.comune.sangiacomo.cb.it
AVVISO DI CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE
SI AVVISA LA CITTADINANZA

che il giorno 23 giugno 2011, ore 19.00, presso la sala consiliare avrà luogo il Consiglio comunale convocato in sessione straordinaria.
ORDINE DEL GIORNO

1)   Lettura ed approvazione verbali seduta precedente;
2)   Comunicazione prelievo fondo di riserva;
3)   Art. 96 T.U.E.L. approvato con il D.Lgs n.267/2000 e s.m.i.: adempimenti;
4)   Associazione in convenzione ALI ComuniMolisani - Adesione al progetto europeo "Patto dei Sindaci";
Il Sindaco Rino Bucci
 
<< Inizio < Prec. 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 Succ. > Fine >>

Pagina 107 di 753