Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
VIII^Olimpiade Sangiacomese 31 luglio 2017 San Giacomo degli Schiavoni Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
18 settembre 2017 S.Sofia
Ormai la bella stagione che quest'anno passerà alla storia per le sue elevate temperature sta finendo, al mare non ci sai va più e allora è l'occasione per rivedere qualche manifestazione tenutasi a S,Giacomo durante i mesi estivi.

Oggi vi proponiamo un filmato girato il 31 Luglio 2017 a San Giacomo: l'VIII^ Olimpiade Sangiacomese organizzata dalla Parrocchia del " SS. Rosario " con il Patrocinio del Comune.

Una bellissima manifestazione ben riuscita grazie all'impegno di tutto lo staff.

Riprese e montaggio di Nicola Mastrogiuseppe.

Buona visione

 
Aiutiamo gli ammalati di Alzheimer Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
19 dicembre 2017 S.Dario

Il Progetto

Chi sono io? Storie di vita, malattia ed amore. Voci da un Caffè Alzheimer

Una domanda che a volte capita di farsi, magari a seguito di grandi cambiamenti nella nostra vita o quando ci si ferma per prendere un respiro dopo aver provato intense emozioni.
Per noi di Amma la risposta a questa domanda va ricercata nella memoria e nelle emozioni vissute da ognuno di noi nel corso del tempo. l’Io di ogni individuo è rappresentato dalla sua storia e dai suoi ricordi. Crediamo che l’ identità personale si costruisca attraverso la memoria di ciò che abbiamo visto, sentito e provato, insieme alle esperienze vissute, che ci hanno emotivamente coinvolto e cambiato.
L’Alzheimer cancella poco a poco tutto questo .
Ricordi, emozioni, vissuti si sgretolano con l’avanzare della malattia. Il proprio io, la propria identità sbiadiscono sotto gli occhi delle persone care che sperimentano un profondo senso di frustrazione , restando spettatori impotenti di questo lento declino.Pensando a tutto questo nasce questo progetto: ricostruire e recuperare le storie di vita prima che la malattia le cancelli, fermarle su un foglio di carta e raccoglierle in un libro.Un libro per testimoniare il loro passaggio, per dare un nuovo appiglio a chi resta consapevole e sconfiggere così la malattia sul versante emotivo.
Il tuo contributo renderà indelebile un ricordo destinato a svanire.

Autore
I soci fondatori di AMMA, Associazione Molisana Malati di Alzheimer, hanno iniziato il loro percorso di sostegno alle persone affette dal morbo di Alzheimer dal 1980 , con l’obbiettivo di offrire supporto ed assistenza alle persone colpite da tale malattia durante le varie fasi del suo sviluppo e dare un aiuto attivo alle loro famiglie .
L’associazione opera su base volontaria e si è specializzata nel tempo in questo settore, proponendosi come un punto di aggregazione di riferimento sul territorio molisano.
AMMA punta a migliorare la qualità di vita dei familiari e del malato, attraverso l’implementazione di vari progetti, tra i quali: il centro di ascolto “Non ti scordar di me”, pensato in special modo per i caregiver , e il “Il Caffè d’Enrichetta”, dedicato ai malati.

Progetto
Il progetto nasce a seguito dell’incontro tra l’associazione AMMA e l’antropologa Gianna, da anni impegnata nel campo di ricerca dell’antropologia medica.
La sensibilità di entrambi nei confronti di un approccio olistico al paziente e alla malattia , ha condotto alla definizione di un obiettivo di lavoro comune, che rappresenta il cuore del presente progetto: lasciare una traccia, un ricordo scritto di chi giorno dopo giorno è esposto alla perdita della propria identità e dei propri ricordi. Raccogliere e ricostruire le storie di vita dei pazienti affetti dal morbo di Alzheimer ha un duplice scopo/finalità, da un lato quello di voler restituire una componente umana ai servizi offerti dal Caffè d’Enrichetta, presso il quale l’utente non è semplice un malato, ma una persona che dev’essere considerata nella sua storia personale, nel suo ambiente e nel suo contesto sociale. Dall’altro si desidera attraverso tale azione condividere con i familiari frammenti di ricordi degli utenti prima che vengano alterati nell’oblio della malattia .
Il benessere di chi è affetto dal morbo, e di chi lo assiste, passa attraverso un racconto che merita di essere narrato. Non bisogna dimenticare, infatti, che non esiste tuttora una cura efficace contro il morbo di Alzheimer. Tuttavia, il " prendersi cura " dei malati e dei loro familiari mira a preservare la dignità umana di ogni individuo, a prescindere dalle peculiari condizioni cliniche che li affliggono. Non ci si deve scoraggiare neanche quando esse appaiono ostacoli insormontabili che ci impediscono di raggiungere nuovi obbiettivi e scopi.

Cosa faremo con i vostri doni?
Raggiungere il budget di 3000 euro ci permetterà di realizzare il progetto di raccolta e restituzione delle storie di vita degli utenti del Caffè, il quale rappresenta la prima fase di un progetto che si propone di dare avvio ad una ricerca scientifica più ampia su tale patologia e sui vissuti di coloro che sono chiamati a farvi fronte quotidianamente.
Il raggiungimento di tale cifra ci permetterà di realizzare una prima pubblicazione contenente le storie di vita raccolte presso il Caffè d’Enrichetta di Termoli.

Metodologia
Nel processo di raccolta e di risistematizzazione dati previsti dal progetto ai fini della pubblicazione si utilizzerà un a pproccio qualitativo . Le interviste saranno realizzate con almeno un familiare di ciascun utente e strategie di auto-narrazione saranno proposte agli utenti del caffè nel corso di un « laboratorio di reminiscenza », appositamente introdotto durante la ricerca. Il ricorso a delle foto e a degli oggetti cari appartenenti agli utenti saranno alcuni degli strumenti utilizzati nel corso di tale laboratorio. A questo seguirà il lavoro di trascrizione delle interviste effettuate, di sistematizzazione delle riflessioni emerse nel corso dei laboratori al fine di ricostruire le trame biografiche degli utenti del caffè. La pubblicazione ha lo scopo di sensibilizzare la comunità ai problemi che il morbo di Alzheimer porta con sé e vuole contribuire ad abbattere i pregiudizi e gli stereotipi contro i quali spesso le persone affette da tale patologia sono chiamate a combattere.
I ricavati di tali vendite saranno utilizzati per l’acquisto di tutto il materiale necessario per animare i diversi laboratori condotti dal Caffè nel corso dei mesi successivi (laboratorio artistico, di cucina, musicale, ROT, etc.)

Il Team
La ricerca sarà assicurata da Gianna , antropologa culturale, Maria Giovanna , psicologa del centro di ascolto “Non ti scordar di me”- AMMA, Giulia , vice-presidentessa AMMA e sociologa , e Gianluca, videomaker. Un grande contributo sarà offerto dalle numerose operatrici del Caffè - che seguono quotidianamente gli utenti e animano amorevolmente i diversi laboratori proposti dal centro - e da tutti i nostri utenti che ci insegnano ogni giorno ad amare un po’ di più la vita e a stupirci dinanzi alle cose più semplici che essa ci offre.
guarda il video qui sotto

Giulia Enrica D'Ambrosio

Vice presidente AMMA

Via del Molinello n. 1

Termoli 86039  (CB)

tel: 3492914064

 
AUDIZIONI ORCHESTRA GIOVANILE E CORO FEMMINILE PUNTO DI VALORE Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
19 febbraio 2016
audiz._Punto_di_Valore
Come ribadito anche dal palco dell'Ariston, a Sanremo,
"la musica, come la vita, è meglio farla insieme!"
Con questo intento, l'Associazione Punto di Valore di Termoli, ente culturale operante in Molise con diversi progetti musicali, ha indetto un nuovo bando per selezionare giovani talenti che vogliano entrare a far parte dell'Orchestra giovanile e del Coro femminile Punto di Valore.
La scadenza del bando è il 27 febbraio 2016.
Il bando è rivolto a tutti i giovani musicisti e alle giovani cantanti che intendono vivere la straordinaria esperienza del "fare musica insieme" e che vede protagonisti già oltre 60 ragazzi,
con all'attivo numerosi concerti, partecipazioni a prestigiosi festival e riconoscimenti nazionali come il Primo premio al XII Concorso internazionale Città di Pesaro. I direttori artistici
dell'Associazione, Basso Cannarsa e Gianluca De Lena, evidenziano come questa realtà rappresenti un unicum nel desolato panorama culturale del nostro territorio e invitano dunque tutti i ragazzi interessati a vivere questa esperienza fortemente aggregante ed educativa.
Per scaricare il bando, basta collegarsi alla pagina facebook dell'associazione, all'indirizzo www.facebook.com/puntodivalore o richiederlo via mail all'indirizzo
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
Anche oggi scuole chiuse a S.Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
13 febbraio 2012
Nota informativa del Comune di San Giacomo degli Schiavoni - www.comune.sangiacomo.cb.it

CHIUSURA SCUOLA LUNEDI' 13 FEBBRAIO

• PRESO atto che a seguito delle precipitazioni nevose verificatesi nei giorni scorsi e nella giornata di oggi il manto nevoso ha raggiunto un livello tale da rendere oltremodo critica e pericolosa la viabilità ed il pubblico transito nel centro cittadino, visto il persistere di consistenti strati di giaccio lungo le vie cittadine e di transito veicolare;
• RITENUTO necessario, al fine di garantire l’incolumità della popolazione scolastica, chiudere la scuola elementare e materna “B.Croce” con sede in San Giacomo degli Schiavoni;
• VISTO l’art. 54, comma 1 lett. b) e d) del Testo unico delle leggi sull’ordinamento delle autonomie approvato con D.Lgs n.267/2000 e s.m.i.;

ORDINA
1. La chiusura, nella giornata di lunedì 13 febbraio 2012, della scuola elementare e materna “Benedetto Croce”, sita in San Giacomo degli Schiavoni in C.so Umberto I;
2. Dispone la comunicazione della presente ordinanza al Preside dell’Istituto comprensivo statale. “V.Cuoco” di Petacciato da cui dipende la Scuola di San Giacomo degli Schiavoni al Prefetto;
3. Dispone , altresì, l’affissione del presente provvedimento all’albo pretorio comunale.

IL SINDACO
RAG. RINO BUCCI
 
I poeti dialettali italiani presenti a Termoli in visita ad alcune località del nostro territorio Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
10 ottobre 2016 S.Daniele
guppo_poeti_al_castello_x_sito
In occasione della presenza a Termoli dal 6 al 10 ottobre di 130 poeti dialettali provenienti da tutta Italia per il convegno nazionale della loro associazione A.N.PO.S.DI  che ogni sei mesi si tiene in qualche città italiana, si è colta l’occasione per far visitare loro alcune località del nostro territorio molisano. Durante queste cinque giornate si è tenuto anche il Settimo Concorso Nazionale di Poesia Dialettale “Carlo Cappella” vinto dal professore, musicista e cantante locale Nicola Palladino con la sua poesia “Farfalle”.

Venerdì mattina 7 ottobre i poeti, accompagnati da padre Enzo Ronzitti presidente del Gruppo Folklorico ‘A  Paranze” coordinatore e organizzatore del convegno con il loro presidente dott. Mimmo Staltari hanno visitato il “Museo Multimediale” di San Giuliano di Puglia.

Sabato mattina 8 ottobre tutti i poeti, con due pullman, accompagnati dal presidente dell’Archeoclub Oscar De Lena e dal socio della stessa associazione Raffaele Bassani sono stati accompagnati a Guglionesi per visitare alcune chiese.
Durante il passaggio per San Giacomo ai poeti è stata illustrata la storia della Villa Rustica Romana. Ad attendere gli ospiti a Guglionesi lo scrittore Antonio Sisto e l’Assessore alla Cultura ing. Antonio Lucarelli che a nome dell’Amministrazione ha dato il benvenuto ai poeti.
La prima chiesa visitata è stata quella della Chiesa Madre di Santa Maria Maggiore con la sua stupenda cripta ormai conosciuta come la “Cappella Sistina del Molise”. Qui Raffaele Aceto ha intrattenuto gli ospiti spiegando loro tutte le opere presenti in chiesa in modo particolare le tele del pittore albanese Michele da Valone, un importante artista dell’arte sacra del XVI secolo. E’ seguita una visita alla chiesa originariamente di stile gotico-pugliese la Chiesa di S.Antonio dove a far da cicerone è stato il priore Antonio Scardocchia.
Il tour guglionesano si è concluso all’antica chiesa di San Nicola, di origini alto-medioevali dove a far da guida è stato Tonino Pace che, con la sua associazione, gestisce questo storico monumento. Depliant con la storia della chiesa sono stati donati a tutti i poeti.

Domenica mattina 9 ottobre, di buon ora, il gruppo degli ospiti, sempre accompagnati dal presidente dell’Archeoclub Oscar De Lena e dal socio Raffaele Bassani sono stati accompagnati in visita al Borgo Antico dove hanno ascoltato la storia millenaria della nostra Termoli con gli avvenimenti, i personaggi, gli aneddoti che hanno fatto la sua storia. Centinaia le foto scattate prima di partecipare poi, alle ore 10,30, alla Santa Messa officiata in Cattedrale da Padre Enzo Ronzitti padre spirituale dell’associazione dei poeti A.N.PO.S.DI. e durante la quale sono stati offerti doni dei prodotti tipici delle regioni di provenienza dei poeti e alcune preghiere sono state lette nei dialetti di quasi tutte le regioni italiane. L’impegno preso dal presidente dott. Staltari è stato che in futuro, ogni cinque anni, tale convegno si terrà  sempre a Termoli per la quale ormai tutti i poeti hanno dimostrato un amore e un attaccamento speciale.
 
<< Inizio < Prec. 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 Succ. > Fine >>

Pagina 101 di 816