Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
Covid, ecco il nuovo dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte fino al 24 novembre Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
26 ottobre 2020 S.Evaristo

Giuseppe_Conte

IL TESTO INTEGRALE
LOCALI – Per tutta la giornata di ieri e ancora oggi le Regioni avevano proposto al governo di lasciare aperti i locali fino alle 23 e in qualche caso i governatori avevano proposto di “scambiare” questa richiesta con una didattica a distanza alle superiori al cento per cento, circostanza che l’esecutivo voleva evitare. Le attività dei servizi di ristorazione (tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie) “sono consentite dalle 5 del mattino fino alle 18 del pomeriggio. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi. Dopo le 18 “è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico”. Resta consentita “senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati”.
SCUOLE SUOPERIORI – Nelle scuole superiori sarà possibile portare la didattica a distanza anche oltre il 75%. Nella bozza circolata ieri invece era prevista “una quota pari al 75 delle attività” in dad, ma nella versione definitiva l’articolo è stato riscritto prevedendo “una quota pari almeno al 75% delle attività”. Una formula che, di fatto, va incontro alle diverse Regioni che avevano chiesto di portare la Dad al 100%. Ora la palla passa in mano alle autonomie scolastiche, saranno i presidi a decidere la quota di Dad: da questa cifra vanno salvaguardati gli alunni con disabilità e i Bes, ovvero i bisogni educativi speciali.
SMART WORKING – “È fortemente raccomandato l’utilizzo della modalità di lavoro agile da parte dei datori privati”.
CHIUSI CINEMA, TEATRI E PALESTRE – Stop a cinema, teatri, casinò, sale scommesse- Stop a palestre, piscine, centri benessere e centri termali. Sospese anche le feste dopo i matrimoni.
CHIUSI GLI IMPIANTI SCIISTICI – Il dpcm prevede la chiusura degli impianti sciistici. “Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici. Gli stessi possono essere utilizzati solo da parte di atleti professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal Coni, dal Cip e/o dalle rispettive federazioni per permettere la preparazione finalizzata allo svolgimento di competizioni sportive nazionali e internazionali o lo svolgimento di tali competizioni. Gli impianti sono aperti agli sciatori amatoriali solo subordinatamente all’adozione di apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e validate dal Comitato tecnico-scientifico, rivolte ad evitare aggregazioni di persone e, in genere, assembramenti”.
SPOSTAMENTI – La versione definitiva del Dpcm “raccomanda fortemente” di “non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità, per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi”. Rispetto all’ultima bozza, tuttavia, salta la specifica secondo cui era raccomandato di non spostarsi “dal Comune di residenza, domicilio o abitazione”. Il punto, nel corso delle riunioni di ieri, era stato tra i più discussi anche perché nel governo circolava l’ipotesi del divieto di spostamenti tra le Regioni. Divieto che, nel testo firmato da Conte, non viene introdotto.
CONCORSI PUBBLICI E PRIVATI – Si potranno ancora svolgere i concorsi pubblici e privati. Nel testo del decreto è infatti saltato il divieto di svolgimento previsto nella bozza. Alla lettera z dell’articolo 1 del testo circolato ieri, infatti, si affermava che “è sospeso lo svolgimento delle procedure concorsuali pubbliche e private e di quelle di abilitazione alla professione…ad esclusione di quelle per il personale sanitario e della protezione civile… fatte salve le procedure in corso”.
DISABILI – “Le persone con disabilità motorie o con disturbi dello spetto autistico, disabilità intellettiva o sensoriale o problematiche psichiatriche e comportamentali o non autosufficienti con necessità di supporto, possono ridurre il distanziamento sociale con i propri accompagnatori o operatori di assistenza, operanti a qualsiasi titolo, al di sotto della distanza prevista”.
Nuovo Dpcm, pressing di Zaia: “Chiusura i locali alle 23 è ragionevole”. Ricciardi: “Il coprifuoco non basta, ora lockdown mirati”
COLDIRETTI: “UN MILIARDO DI PERDITE” – La chiusura anticipata alle 18 e lo smart working avrà un effetto negativo a cascata sull’agroalimentare nazionale, con una perdita di fatturato di oltre un miliardo per le mancate vendite di cibo e bevande nel solo mese di applicazione delle misure di contenimento, fa sapere Coldiretti. “Un drastico crollo dell’attività che – sottolinea la Coldiretti – pesa sulla vendita di molti prodotti agroalimentari, dal vino alla birra, dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura ma anche su salumi e formaggi di alta qualità che trovano nel consumo fuori casa un importante mercato di sbocco. In alcuni settori come quello ittico e vitivinicolo la ristorazione rappresenta addirittura il principale canale di commercializzazione per fatturato”.
 
Scarichiamo l'APP - IMMUNI Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
25 ottobre 2020 S.Daria
APP_immuni_logo

CHE COSA È?
Uno strumento in più contro l’epidemia
Immuni è un'app creata per aiutarci a combattere l'epidemia di COVID-19. L'app utilizza la tecnologia per avvertire gli utenti che hanno avuto un'esposizione a rischio, anche se sono asintomatici.
BENEFICI
Proteggiamo noi stessi e i nostri cari
Illustration of a woman at the window working with a laptop during the day
Gli utenti che vengono avvertiti dall’app di un possibile contagio possono isolarsi per evitare di contagiare altri. Così facendo, aiutano a contenere l'epidemia e a favorire un rapido ritorno alla normalità.
Venendo informati tempestivamente, gli utenti possono contattare il proprio medico di medicina generale e ridurre così il rischio di complicanze.
TECNOLOGIA
Innovazione al servizio della comunità
A chi si è trovato a stretto contatto con un utente risultato positivo al virus del COVID-19, l’app invia una notifica che lo avverte del potenziale rischio di essere stato contagiato. Grazie all’uso della tecnologia Bluetooth Low Energy, questo avviene senza raccogliere dati sull’identità o la posizione dell’utente.
PRIVACY
La tua privacy è tutelata
Immuni è stata progettata e sviluppata ponendo grande attenzione alla tutela della privacy. I dati, raccolti e gestiti dal Ministero della Salute e da soggetti pubblici, sono salvati su server che si trovano in Italia. I dati e le connessioni dell'app con il server sono protetti.
 
Domenica 25 ottobre passeggiata tra gli olivi a Campomarino Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
24 ottobre 2020 S.Luigi Guanella 

PASSEGGIATA_TRA_GLI_OLIVI_A_CAMPOMARINO
 
XX edizione del "San gia... zz" jazz e more Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
23 ottobre 2020 San Giovanni da Capestrano

12 agosto 2015 San Giacomo degli Schiavoni (CB). Ore 21:00 Largo del Tempio l'Associazione Culturale 
"San gia... zz" 
organizza la seconda serata della XX edizione del "San gia... zz" jazz e more con 
Daniele Gorgone 4 Tet Feat. Tom Kirkpatrick. Daniele Gorgone (piano), Matteo Anelli (contrabbasso), Carlo Battisti (batteria) e Tom Kirkpatrick (tromba)
Un grande plauso va al direttore artistico Francesco Rosati e ai collaboratori.
I ringraziamenti e i saluti di Tom Kirkpatrick e di Daniele Gorgone
Riprese e montaggio di Nicola Mastrogiuseppe

 
Situazione coronavirus a ieri, 21 ottobre Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
22 ottobre 2020
corona-virus
CORONAVIRUS
Nelle ultime 24 ore di ieri, 21 ottobre, la situazione del ccoronavirus era la seguente:
15.199 nuovi positivi e 127 morti.
Record di tamponi: oltre 177mila
 
"ReseT - Resistenze e Territori", Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
22 ottobre 2020 S.Giovanni Paolo II

 

18 - 20 settembre 2020 San Giacomo degli Schiavoni (CB). Parco comunale tre giorni di cultura e socialità organizzato: da "ReseT - Resistenze e Territori", dall'associazione San Giacomo UnicaMente, da "I Discoli del Sinarca" e dal "Bobby's Live Bar" con il Patrocinio del Comune. Ore 21:00 presentazione e proiezione del documentario "Le terre di tutti" con la partecipazione di Ferdinando Amato (regista) e Marco Fars (Brigate di Solidarietà Attività). Introduzione e interviste di Riccardo Vaccaro.
Interventi di Erik Ferrante, di Ezio Varrassi e di Roberto De Lena.
Riprese e montaggio di Nicola Mastrogiuseppe.

 

 
Seconda parte del documentario dedicato all'itinerario enogastronomico di San Giacomoario Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
21 ottobre 2020 S.Orsola
san_giacomo

(2°parte)

Documentario dedicato all'itinerario enogogastromico del territorio del comune di San Giacomo degli Schiavoni (CB).

Scritto e diretto da

Ezio Varrassi e Ylenia Finizio

clicca sotto

https://www.youtube.com/watch?v=xgNWSghmWec&feature

 

 
Nuovo Dpcm (Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri)fino al 13 nov.2020 Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
20 ottobre 2020 S.Aurora
corona-virus
Nuovo Dpcm: palestre e piscine aperte «ma chi non si adegua entro 7 giorni chiuderà», strade e piazze chiuse dalle 21 solo se deciso dai sindacishadow
I sindaci potranno chiudere strade e piazze dopo le 21 per evitare assembramenti. I ristoranti rimangono aperti fino alle 24, ma ai tavoli non potranno sedersi più di sei persone. I bar dovranno invece chiudere alle 18 a meno che non facciano servizio al tavolo e potranno così proseguire l’attività fino a mezzanotte. Possibilità di ingressi a scuola scaglionati. Palestre e piscine restano aperte ma hanno una settimana di tempo per adeguare i protocolli. Sono gli elementi principali del nuovo Dpcm che il presidente del Consiglio ha illustrato questa sera in televisione e che entrerà in vigore alla mezzanotte.
Assembramenti
I sindaci potranno disporre «la chiusura al pubblico, dopo le ore 21.00, di vie o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private».
Bar e ristoranti
«Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5,00 sino alle ore 24,00 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo, e sino alle ore 18.00 in assenza di consumo al tavolo; resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché, fino alle ore 24,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze dopo le ore 21».
Le palestre
Palestre e piscine rimangono aperte ma hanno una settimana di tempo per adeguare i protocolli.
Sport da contatto
Calcio, calcetto, basket, pallavolo e altri sport di squadra «da contatto» praticati da bambini e ragazzi non si fermano, ma le società sportive dovranno cambiare le modalità di allenamento: niente partite. L’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e le attività di avviamento allo sport «sono consentite soltanto in forma individuale e non sono consentite gare e competizioni». Sospese gare e attività connesse «agli sport di contatto aventi carattere ludico-amatoriale». Sarà possibile continuare a svolgere attività sportiva o motoria all’aperto, rispettando la distanza di almeno due metri. Va avanti il campionato di calcio. La presenza del pubblico è consentita «con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale». Non oltre 1.000 spettatori all’aperto e 200 al chiuso. Palestre e piscine restano aperte, nel rispetto delle distanze e senza assembramenti.
Smart working
«Incrementeremo con un provvedimento della ministra Dadone lo smart working». L’annuncio del premier conferma che l’obbligo del 75 per cento di lavoro da casa, tanto atteso dai dipendenti pubblici, nel nuovo Dpcm non c’è. Nel testo finale non è specificata la percentuale di lavoratori che devono stare in smart working. Per ridurre i contagi si raccomanda che «le attività professionali siano attuate anche mediante modalità di lavoro agile, ove possano essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza; siano incentivate le ferie e i congedi retribuiti per i dipendenti nonché gli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva; siano assunti protocolli di sicurezza anti-contagio e, laddove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro come principale misura di contenimento, con adozione di strumenti di protezione individuale».
La scuola
L’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza. Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, che rimane complementare alla didattica in presenza, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9.00.
Bus e metro
Secondo il Cts «un’importante criticità è rappresentata dal trasporto pubblico locale che non sembra essersi adeguato alle rinnovate esigenze» e quindi si chiede di «incentivare una diversa mobilità con il coinvolgimento attivo delle istituzioni locali e dei mobility manager». Prima di limitare la capienza di autobus e metro in maniera più pesante dell’80% previsto adesso il governo vuole però vedere gli effetti di uno smart working potenziato e dello scaglionamento degli ingressi della scuola. La decisione finale sarà presa oggi.
 
Scopri San Giacomo degli Schiavoni e... i suoi sapori Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
19 ottobre 2020 S.Laura

san_giacomo
foto di Massimiliano Marsilio
Scopri San Giacomo degli Schiavoni e... i suoi sapori
è un cortometraggio dedicato all'itinerario enogastronomico del territorio del comune di San Giacomo degli Schiavoni (CB), scritto e diretto da Ezio Varrassi & Ylenia Finizio. Lo staff "Scopri il Molise": inviata speciale Ylenia Finizio regia riprese e montaggio video a cura di Ezio Varrassi riprese aeree a cura di David Battista BC Foto Termoli fotografia di Massimiliano Marsilio grafica pubblicitaria a cura di Giosuè Sangregorio storia e leggende di San Giacomo degli Schiavoni a cura del prof. archeologo Alessandro Marsilio (consigliere comunale) Natura e biodiversità a cura del Dr. Nicola Norante (ornitologo) comunicazione progetto "Scopri il Molise" a cura di Emilio Beltotto (giornalista) con il patrocinio del Comune di San Giacomo degli Schiavoni (CB) in collaborazione con Paola Palombino Ass. Turismol Termoli sponsor del progetto: azienda apistica Lu'Miele di Luigi Daniele San Giacomo degli Schiavoni (CB) azienda agricola F.lli Travaglini Guglionesi (CB) azienda agricola Terra Antiqua San Giacomo degli Schiavoni (CB) Forno Minimarket Iovine San Giacomo degli Schiavoni (CB) Farmacia Abrugiati dr.ssa Paola Abrugiati San Giacomo degli Schiavoni (CB) Bar Piazza Roma di Antonio Di Lizio San Giacomo degli Schiavoni (CB) Ringraziamo il sindaco Costanzo Della Porta, l'amministrazione comunale e tutta la comunità di San Giacomo degli Schiavoni (CB), il viaggio alla scoperta di San Giacomo degli Schiavoni
clicca qui sotto per vedere il filmino

https://www.youtube.com/watch?v=uOPX3rB-wTM&t=82s

 
Filmino su Termoli andato in onda sulla trasmissione RAI GEO Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
18 ottobre 2020 S.Luca Evangelista
Filmino andato in onda il 12 ottobre sulla trasmissione RAI Geo 

clicca qui sotto

https://www.facebook.com/watch/?v=3439722196122117

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 511