Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
Celeste Di Lizio e Clementina De Felice vingono 15.000 euro alla trasmissione televisiva “Guess My Age” condotta da Enrico Papi Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
8 novembre 2018 S.Goffredo
Le due amiche per la pelle: Celeste Di Lizio di San Giacomo Sommelier e insegnante di degustazione del vino e Clementina De Felice di Termoli, proprietaria di un Bed & Breakfast, amiche fin da quando frequentavano i banchi del Liceo Scientifico Statale “Alfano da Termoli” hanno vinto 15.000 euro alla trasmissione“Guess My Age” (“Indovina la mia età”) condotto da Enrico Papi.
Il popolare gioco a premi consiste nel cercare di indovinare l’età di 7 concorrenti, da 18 anni in su partendo da un montepremi di 100.000 euro, che mano mano va a scendere a seconda degli errori fatti. Indovinare l’età dell’ultimo concorrente dà diritto ai concorrenti di portare a casa il montepremi rimasto. Il quiz, creato dalla multinazionale dei format televisivi Magnolia, è prodotto in altri diversi paesi europei, ma quello italiano è sicuramente il più divertente in quanto la trasmissione si basa sulla vena ironica e gioiosa e ieri sera, Celeste ha contribuito, con le sue battute, spesso a doppio senso, a renderla spassosa e piacevole.
vedi qualche foto della trasmissione

 
Gita a Napoli e alle luminarie di Salerno Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
7 novembre 2018 S.Ernesto

gita_a_napoli_SG

 
Documentario su Termoli programma Week End del canale Marcopolo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
6 novembre 2018 S.Leonardo

Documentario su Termoli programma Week End del canale Marcopolo SKY ottobre 2018

Cari amici che seguite il nostro sito di San Giacomo

per accontentare tutte le persone che ci hanno chiesto di poter rivedere il documentario

Week End a Termoli trasmesso sul canale Marcopolo di Sky il 25, 26 e 27 ottobre,

abbiamo realizzato un filmato che ripropone l'intera trasmissione.
Buona visione
Oscar De Lena
Presidente Archeoclub Termoli

 
Il 4 novembre ricordato a S.Giacomo - La storia della Prima Guerra Mondiale a cento anni dalla sua fine al Castello di Termoli Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
5 novembre 2018 S.Zaccaria

mostra_foto_guerra_mondiale_1-5_nov

Termina oggi, ma molto probabilmente sarà prorogata ancora da alcuni giorni, la mostra fotografica e di diversi reperti in dotazione ai soldati della grande guerra de 1915-18 che si tiene già da diversi giorni nei locali del Castello di Termoli.

Tantissima la gente che l'ha visitata e in modo particolare tantissimi giovani studenti che hanno potuto rendersi conto in che condizioni i giovani di cento anni fa affrontarono il nemico e in tanti morirono per la nostra libertà. Onoriamo questi nostri soldati e ricordiamoci di loro. Tra essi anche tanti giovani sangiacomesi:

4nov2018-1

Caduti sangiacomesi della 1° Guerra Mondiale:
Serg. Ricci Pasquale; Cap.le Galasso Nicola; App. Rocchia Luigi; Sold. Leone Graziano; Sold. Candiglioti Michele; Sold. Cianci Nicola;Sold.Di Giorgio Adamo; Sold. Galasso Antonio; Sold. Galasso Ettore; Sold. Galasso Giovanni; Sold. Galasso Saverio; Sold. Marchetti Valentino; Sold. Sciarretta Pasquale; Sold.Tenaglia Raffaele; Sold. Troilo Nicola; sold.Vitale Giovanni Adamo; sold.Vitali Olindo.

Ieri in occasione della Festa del 4 novembre giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate una corona di fiori è stata deposta al Monumento dei Caduti dal sindaco Costanzo Della Porta con la partecipazione di rappresentanti dell'associazione nazionale dei carabinieri, dell'A.N.P.S., dei bersaglieri, della guardia di finanza, dell'aeronautica militare e scolaresche. Don Benito Giorgetta, presente alla manifestazione ha benedetto la corona d'alloro deposta ai piedi del monumento,
 
Una sezione della Protezione Civile nascerà anche a San Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
4 novembre 2018 San Carlo Borromeo
Il giorno 27 ottobre 2018 si è tenuta a San Giacomo, presso la Sala Consiliare del Comune un incontro con il sindaco Costanzo Della Porta, l'assessore Massimo Fiocchi e i rappresentanti della Misericordia di Termoli, Romeo Faletra e Pasqualino Arcari per gettare le basi alla realizzazione di una sezione della Protezione Civile locale.
per saperne di più guarda il video sottostante
Riprese di Marisa Monachesi. Montaggio di Nicola Mastrogiuseppe.
Buona visione
 
Oggi Festa delle Forze Armate Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
4 novembre 2018 San Carlo Borromeo
monum.caduti_1922-ico
Oggi, 4 novembre il sindaco Costanzo Della Porta alle ore 12,15 depositerà una corona di fiori al monumento dei caduti posto in una delle aiuole al Parco Comunale.
Questa festività celebra l’unità nazionale rendendo omaggio al valore e alla dedizione, nel nome della Patria, delle Forze Armate. La data si riferisce ad un capitolo importante della Storia Italiana: la commemorazione della vittoria nella Grande Guerra del ‘15-’18, e che oggi abbraccia il ricordo di tutte le guerre.
Onorare la festa del 4 novembre significa riconoscere il sacrificio di quegli uomini che con coraggio hanno vestito, e anche adesso indossano fieramente, le divise dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica e dell’Arma dei Carabinieri.
Significa esprimere la nostra  gratitudine a coloro che hanno pagato con la vita per quei diritti di libertà e democrazia di cui noi, oggi, godiamo. Significa ascoltare il simbolico richiamo ad un passato che non dobbiamo dimenticare, traendo dal ricordo un insegnamento profondo e importante.
Un pensiero di  tutti noi va ai giovani soldati sangiacomesi caduti nelle ultime due guerre mondiali:
Caduti sangiacomesi della 1° Guerra Mondiale:
Serg. Ricci Pasquale; Cap.le Galasso Nicola; App. Rocchia Luigi; Sold. Leone Graziano; Sold. Candiglioti Michele; Sold. Cianci Nicola;Sold.Di Giorgio Adamo; Sold. Galasso Antonio; Sold. Galasso Ettore; Sold. Galasso Giovanni; Sold. Galasso Saverio; Sold. Marchetti Valentino; Sold. Sciarretta Pasquale; Sold.Tenaglia Raffaele; Sold. Troilo Nicola; sold.Vitale Giovanni Adamo; sold.Vitali Olindo
Caduti sangiacomesi della 2° Guerra Mondiale:
Serg. Pilli Alberto; Cap.le Magg. Pavone Nicola; Aviere Fioriti Vincenzo; Sold. D’Aloè Gasperino; Sold. Lannutti Alberto; Sold. Lizzi Alberto; Sold. Perrotta Ugo; Sold. Tancredi Nicola
Su una lapide all’ingresso del Sacrario Militare di Bari, dove sono sepolti oltre 75.000 soldati morti in guerra, è riportata la seguente frase:

"O viventi, se per voi non duri e non cresca la gloria della patria, noi saremo morti invano"
Meditiamo su questa frase ed eleviamo un pensiero per questi giovani che sono morti per la nostra libertà.
 
Domani mattina deposizione di una corona di fiori al Monumento dei Caduti Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
3 novembre 2018 S.Silvia

festa_4_nov.SG_x_sito

 
Domani interessante conferenza a Larino Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
2 novembre 2018 Commemorazione dei Defunti

Archivio_Storico_3nov-rid_x_sito_SG

 
Oggi e domani visita al cimitero per una preghiera dedicata ai nostri cari Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
1 novembre 2018 Tutti i Santi
cimitero_SG_2016
Grazie alle discrete condizioni del tempo di questi ultimi giorni, sono stati già diversi i sangiacomesi sia residenti che provenienti dai diversi centri della zona e da altre citta italiane in cui si trovano per motivi di lavoro che, da alcuni giorni, sono tornati al paese per recarsi al cimitero per recitare una preghiera, portare qualche fiore ed accendere un lumino ai propri cari defunti.
Per tutti quei nostri compaesani che invece non hanno avuto la possibilità di tornare al paese, pubblichiamo qualche foto che consente loro, forse, di poter rivedere la tomba del proprio familiare.
 
Per non dimenticare...16 anni fa il 31 ottobre 2002 il terremoto di San Giuliano di Puglia Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
31 ottobre 2018 S.Lucilla
terremoto_di_S.Giuliano-ico
Sono passati sedici anni da quel giorno maledetto... erano le 11,32 del 31 di ottobre del 2002 quando una violenta scossa  di terremoto magnitudo di 5.4 gradi della scala Richter con effetti corrispondenti all'VIII-IX grado della scala Mercalli si abbattè nell'area di S.Giuliano di Puglia e tanti altri paesi del Molise compresa la nostra S.Giacomo. Bastò quella scossa per far crollare l'edificio scolastico di San Giuliano di Puglia: morirono 27 bambini e una maestra.
Altre due persone morirono in circostanze diverse sempre per quel terremoto. Circa 100 furono i feriti e 2.925 gli sfollati in provincia di Campobasso. Anche nella provincia di Foggia ci furono numerosi sfollati e una decina di comuni riportarono danni di rilievo ad
edifici storici e abitazioni. Anche  S.Giacomo ebbe alcune sue case lesionate.


Maledetto giovedì d’ottobre
poesia di Antonio Sisto dedicata agli Angeli di San Giuliano

Perché hai fatto tremare l’antica terra molisana?
Perché hai rubato l’azzurro del cielo per trasformarlo in tante tende, tutte uguali al di
fuori, ma con diversi drammi in ognuna di esse?
Perché hai trasformato la gioia in angoscia e disperazione? l’innocenza e il gioco dei
bambini in tragedia indimenticabile?
Perché hai voluto abbattere secoli di storia? Cancellare in trenta secondi anni di
sacrifici e duro lavoro, molto spesso lontano dalla terra natia?
Perché hai voluto che conoscessimo la silenziosa solidarietà dei volontari che, da tutta la
penisola, hanno messo a disposizione le loro mani per scavare tra le macerie in un’impari
lotta contro il tempo?
Perché hai voluto ricordarci che esiste ancora la paura, stampandola nei volti fieri e
dignitosi della gente molisana?
Perché proprio noi?
Perché i nostri figli?
Intanto che l’uomo è sempre più impegnato a trovare le sue risposte, a tormentarsi nei suoi
infiniti perché, a volte, non si accorge della presenza amica di Dio che può trovare nello
sguardo del fratello bisognoso, nel povero, in chi gli è accanto.
Forse, ogni tanto, bisogna sentirsi veramente soli, toccare il fondo, per far sì che il
desiderio e la Sua ricerca continuino ad ardere sempre più forte nei nostri cuori, essendo
unica certezza, conforto e speranza
Antonio Sisto

Poesia scritta dopo pochi giorni dal triste evento e presentata ai tanti ospiti, provenienti specialmente dalla zona del cratere, in occasione del Natale bimbi 2002 organizzato dallo stabilimento Fiat di Termoli nelle strutture del centro sportivo.
All’epoca, l’autore guglionesano, oggi in pensione, era un dipendente della casa torinese
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 432