Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
Un grazie a tutti i lettori: nel mese di aprile il sito è stato visitato da oltre 6500 persone Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   

brindisi-clip

Grazie a tutti voi lettori che seguite il nostro sito. Per la prima volta in questi sei anni da quando siamo in rete, lo scorso mese di aprile i lettori hanno superato la quota di 6500. Continuate a seguirci e diffondete l'indirizzo di questo sito che ormai viene letto non solo dai residenti ma dai tanti sangiacomesi residenti in altre città d'Italia, all'estero e in altri paesi del nostro circondario.
Un brindisi con tutti voi anche per festeggiare questo 1° Maggio festa dei lavoratori e un pensiero a tutti quelli che hanno perso il loro lavoro e quelli che sono alla ricerca di un primo lavoro.

 
Anche il territorio di S.Giacomo coinvolto nelle trivellazioni petrolifere Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
30 aprile 2011 S.Pio
trivellazione_petrolio-icoarticolo estratto da Primonumero
Petrolio, richieste choc: trivellare l’intero Basso Molise
Dopo il via libera alle perforazioni al largo delle Tremiti, ora quattro multinazionali del petrolio hanno messo nel mirino Basso Molise e nord della Daunia. L’obiettivo è trovare l’oro nero con due diverse richieste di trivellazioni che riguardano oltre 500 chilometri quadrati e ben 14 comuni, 9 dei quali molisani: Termoli, Campomarino, Guglionesi, Petacciato, San Giacomo, San Martino, Portocannone, Ururi e Rotello. Intanto dalle Diomedee rilanciano l’invito alla protesta prevista al porto termolese sabato 7 maggio.
Cinquecento chilometri quadrati da trivellare. Quattordici comuni, nove dei quali in Molise, rischiano di vedersi sventrati dalle perforazioni di quattro società alla ricerca di petrolio. Il territorio individuato è quello del Basso Molise e del nord della Daunia. Da Petacciato a Lesina, passando per Termoli e altri sette comuni del Basso Molise più diversi paesi del foggiano. Due diverse richieste di permesso giacciono negli uffici del ministero dell’Ambiente. Due istanze che fanno tremare le gambe a migliaia di cittadini. Il rischio di veder compromesso per sempre il territorio è alto.Sono quattro, come detto, le compagnie petrolifere che hanno messo nel mirino Basso Molise e nord della Daunia, convinte che nel sottosuolo ci siano giacimenti di oro nero, di chissà che qualità. Non ci sono quindi solo le richieste della irlandese Petroceltic, ormai prossima a trivellare i fondali delle isole Tremiti, a disturbare il sonno dei bassomolisani. La dissennata caccia al petrolio guarda ora anche alla terraferma. In realtà, le due istanze in esame al ministero, sono tutt’altro che una novità. Una delle due è datata infatti 28 marzo 2007 e porta un nome paradossale: “Il Convento”. Si tratta della richiesta in fase più avanzata. A quanto pare infatti, la Regione Molise ne sarebbe già a conoscenza e avrebbe richiesto di poter visionare i progetti. E’ questa l’istanza che rischia maggiormente di sventrare il territorio al confine fra Molise e Puglia. Si tratta di un permesso che riguarderebbe un territorio decisamente ampio. Ben 412 chilometri quadrati da trivellare, oltre 229 in Puglia e più di 182 in Molise, per qualcosa come 13 Comuni interessati.
Le due ditte, la “Compagnia generale idrocarburi” e la “Appenine Energy” hanno individuato il territorio potenzialmente fornito di oro nero in un’area che va da Termoli fino a Lesina. Nello specifico, verrebbero perforati in Molise, oltre alla città adriatica, i paesi di Campomarino, Guglionesi, San Giacomo degli Schiavoni, San Martino in Pensilis,
Portocannone, Ururi e Rotello. Per la Puglia, Chieuti, Serracapriola, San Paolo Civitate, Torremaggiore e, appunto, Lesina. L’altra istanza, firmata dalla Vega Oil e dalla Vittorito Petroleum, è più recente e porta la data del 31 marzo 2010. E’ intitolata “Colle della Guardia”. Il territorio è più circoscritto e riguarda interamente il Basso Molise per un totale di oltre 83 chilometri quadrati fra Termoli, Petacciato, Guglionesi e San Giacomo. L’iter di questa procedura risulterebbe essere ancora alle fasi preliminari.
A leggere le due istanze risulta però difficile restare indifferenti. Se fossero concessi i permessi anche solo per gli studi iniziali, territori a vocazione turistica come quello del Basso Molise e del nord della Daunia, verrebbero irrimediabilmente compromessi. E guardando alla costa molisana, non si può far finta di non sapere che si tratta di un’area che dal punto
di vista ambientale ha già pagato uno scotto non quantificabile in termini di insediamenti industriali che già condizionano la qualità della vita dei cittadini. Ora la speranza è che le istituzioni regionali e non solo loro, si oppongano con tutte le proprie forze a quella che rischia di essere una condanna a morte per il futuro ambientale e turistico di queste zone.
A guardare i precedenti però, non c’è da essere molto fiduciosi, tanto per l’opposizione praticamente inesistente messa in atto da palazzo Moffa, quanto per il via libera già concesso dal ministero alle perforazioni alle Tremiti.
Non si è ancora spenta infatti, l’eco della decisione shock del ministro Prestigiacomo che ancora ieri, 27 aprile, ha ribadito il suo sì ai permessi di trivellazioni dei fondali al largo delle Diomedee da parte della Petroceltic. «Ci opporremo con tutte le nostre forze – hanno ribadito le associazioni tremitesi “Le Cinque Isole”, “Punto a capo”, “La Mejofauna” -
attuando blocchi navali e manifestando con tutti i mezzi che avremo a disposizione. Il nostro unico petrolio sulle isole è il turismo, ed è il petrolio che è stato cercato fino ad oggi, con l’istituzione della riserva marina e del parco terrestre ad opera proprio del Ministero dell’Ambiente». I tremitesi hanno ribadito come «la distanza di 12 miglia dalle piattaforme non è assolutamente sufficiente a garantire la mancanza d’impatto ambientale nei fondali marini, nostri veri tesori, oltre all’avvelenamento e il conseguente bioaccumulo nei pesci, che avverrà anche in condizioni ottimali di lavoro delle piattaforme, come segnalato inoltre nelle istanze presentate dalla Petroceltic, compromettendo la salute degli stessi ed in assoluta incompatibilità con le restrizioni della nostra riserva». Rinnovato quindi l’appuntamento per la grande manifestazione di protesta del 7 maggio a Termoli. Con questi due nuovi cappi al collo del Basso Molise, la speranza è che anche i cittadini della terraferma rispondano presente.
(Pubblicato il 28/04/2011)
 
Questa sera incontro-dibattito della lista "San Giacomo in Comune" Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
29 aprile 2011 S.Caterina
lista1pComunicato inviatoci dalla lista nr.1
La lista “San Giacomo in Comune” organizza un incontro-dibattito con la cittadinanza in cui verranno presentati i candidati ed il programma.
Vi invitiamo pertanto a partecipare all’evento che si terrà questa sera, venerdì 29 Aprile 2011 alle ore 21:00 presso i locali del Centro Anziani.
 
Un nuovo sito è stato lanciato su Internet Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
27 aprile 2011 S.Zita
computer1Un nuovo sito è stato lanciato in rete: 

http://termoli.tv/

Viene pubblicizzato come : Il portale per lo sviluppo di Termoli.
Permette di inserire gli annunci gratuitamente e offre una serie di servizi (vedi sotto)
Dormire

* Alberghi
* Agenzie Immobiliari
* Bed & Breakfast
Mangiare
* Ristoranti
* Pizzerie
* Pub
Relax
* Caffè \ Bar
* Locali notturni
* Centri fitness
* Centri estetici
Attività commerciali
* Abbigliamento \ Scarpe
* Arredamento casa
* Autoconcessionarie
* Concessionarie moto
Servizi
* Agenzie di viaggio
* Agenzie Finanziarie
* Lidi Balneari
* Meccanici
Utilità
* Autobus urbani
* Autobus extraurbani
* Cinema
* Numeri utili
* Orario Tremiti
* Turni farmacie
* Auto
* Immobiliari
* Lavoro
* Moto
* Vario
* Auguri
* Eventi
 
Oggi tutti alla Madonn'a llunghe Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
26 aprile2011 S.Marcellino
a_madonna_llunghe-icoA differenza di tutte le altre località italiane a S.Giacomo e a Termoli la pasquetta si festeggia il martedì dopo Pasqua nella chiesetta di S.Maria della Vittoria (a Madonn'a llunghe per i termolesi, Santa marlonghe per i sangiacomesi).
La tradizione è antichissima e di questo ne parla anche Serafino Razzi frate domenicano ed abile predicatore che undici anni dopo lo sbarco a Termoli di Pialì Pascià le cui truppe distrussero ed incendiarono il piccolo santuario costruito nel 1545 dai Padri Cappuccini così descrive la festa popolare alla quale aveva assistito appena 11 anni dopo il terribile attacco turco:
Alli 9 d’aprile 1577, terzo giorno di Pasqua, andai a predicare alla sopradetta chiesa di Santa Maria di Valentino, altrimenti detta Santa Maria longa ove ciasched’un anno in cotal dì concorre assai popolo, non solamente di Termoli, ma ancora d’altre terre vicine. Viene in particolare milizia di Termoli, cò tamburo, bandiere, et ordinanza militare. E poscia nel ritorno combattono la città dalla parte di terra, c ‘ò assai piacevole spettacolo: difendendola di dentro da un’altra mano di giovani in habito turchesco, c’ò insegna e tamburi dall ‘una parte e dall’altra. E finalmente dopo molte Ambascerie mandate innanzi e indietro: e dopo molte scaramucce fatte, et assalti dati, intorno a mezzodì la presero, senza però scandalo o danno alcuno. E si dee notar; come a detta    S. Maria di Valentino, edificata in un vago boschetto, dette le messe, e fatta la predica, quasi tutti fanno collazione dei cibi qui preparati, e portati, onde poi ritornando possono combattere la città nel modo predetto.”
Oggi di quei lontani avvenimenti rimane solo la scampagnata presso la chiesa dell'a Madonn'a llungo ogni martedì di Pasqua!
Vedi filmato con una poesia di Giuseppe Perrotta  recitata dall’amico Carlo Cappella scomparso due anni fa.

 
Buona Pasquetta Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
25 aprile 2011 Lunedì dell'Angelo
Anche se il tempo non promette nulla di buono.....comunque Buona Pasquetta a tutti
....e andateci piano col bere

grigliata_di_pasquetta

 
Buona Pasqua a tutti voi nostri lettori Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
24 aprile 2011 Pasqua

happy_easter_girevole


pasqua-pulcinopasqua-pulcestofiori


Pasqua  2011
A tutti voi lettori del nostro sito in Italia ed all'estero, ai vostri familiari e ai vostri amici, la redazione invia i più sinceri auguri per una Felice e Santa Pasqua di pace con l'augurio che "le sorprese che troverete nell'uovo" siano quelle che voi desideravate.
BUONA PASQUA a tutti in qualsiasi posto del mondo voi vi troviate:
Happy Easter - Bonnes Paques - Gutes Ostern - Bueno Pasqua - Wesolego Alleluja

Per l'occasione vi dedichiamo una bella poesia dell'amico poeta e musicista
Nicola Palladino


Pasque ‘na vote

Pasque d’i cavallucce e ‘i cumbettille,
dell’ove bèlle frésche de gallïne,
d’i tanne d’asene, frettäte, pecenille,
sèmpre neccòne spunte, püre ‘u vïne!
‘A ‘ddore d’i furne spalazzäte,
‘nu profume de anece e cannèlle ,
‘i violacciòcche ammonte p’a scarpäte,
‘i spargene, l’agnille e i peppattèlle  ...
Giovédì, ‘i “sepolcre” d’u Segnòre,
pe tutte ‘i chijse, ’a véccia ghianche e ‘u gräne,
‘a cére, ‘i lumïne, e quella ddòre
de ‘ncinse, e devuziòne paisäne!
‘A precessiòne d’u Vénérdì Sante:
tutte silènzie atturne ce facève,
‘i ntorce ch’allumavene,  fumante,
a Criste e a Madonna che chiagnève!
Pu’, a mézzanòtte, a sune de campäne
tu t’abbraccive chi te stäve atturne,
p‘i “Buona Pasque!”, a manche e a dritte mäne,
dòpe d’a mèsse quäsce ascève jurne...
‘U mèije vestïte che tenive,
ne’ mpòrte se jève arepezzäte,
basta che, dinte, ‘u core jève nuve,
sènza cravatte, ma l’anema béäte!
E i mamme ce stregnèvene ‘i guaijüne,
se, cascanne, ce jèvene scurciäte,
‘na strétte, ‘na carézze, du’ vasciüne,
e ‘nu pizze de taralle ch’u lleväte!:

 
Questa sera e domanisera concerti dal vivo al Bobby's Bar Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
23 aprile 2011 S.Giorgio
Chi di speranza campa, disperato muore
bobbys_barCall it comeback realease party!
Questa sera sabato 23 aprile alle ore 22.00  e domani  24 aprile alle ore 1.00
The Memory + Daily Grind + Remains In A View @ Bobby's bar, S.Giacomo degli Schiavoni (CB)
I The Memory presentano in casa l'ep uscito lo scorso 10 Marzo per Indelirium Records, 6 canzoni hardcore punk new school per fans di Comeback Kid e Your Demise! Ad aprire la serata, gli abruzzesi Remains In A View da Sulmona con il loro potente metalcore e i calabresi Daily Grind da Lamezia Terme, con al seguito il caratteristico spirito casinaro tipico dell'hardcore melodico anni '90.
INGRESSO GRATUITO!
 
Lo stadio Gino Cannarsa di Termoli ha ospitato le gare regionali di atletica leggera su pista Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
23 aprile 2011 S.Giorgio
runners20apr-icoGiovedì scorso 20 aprile, lo Stadio Gino Cannarsa ha ospitato la manifestazione di apertura delle gare regionali di atletica leggera su pista, indetta e organizzata dal Comitato Regionale FIDAL Molise, riservata alle categorie eso/rag/cad/all/jun/pro/sen/mas maschili e femminili. Presenti tutte le società di atletica molisane con un grande numero di atleti impegnati nelle gare di velocità, lancio del vortex, salto in lungo, marcia e staffette. Nelle prove individuali si sono subito imposti i ragazzi della società di atletica termolese Runners Termoli con la vittoria nei 600 metri cadette di PAGLIUSO Nicla, seguita dalla compagna di squadra ONUTU Gabriela.  Oro per  l’allievo JACOTA Andrei nei 150 metri e record personale sulla distanza, argento per IACOVELLI Riccardo della Polisportiva Molise giunto a pochi centesimi. Ancora oro nei 150 femminili conquistato dall’allieva DI DOMENICO Sabrina  riuscita nell’impresa negli ultimi metri della gara. Nella stessa gara la termolese MISOTTI Filomena è  giunta terza sul podio e prima tra le TF.  Ottimo secondo posto nella categoria ragazze per CANTORE Simona nella gara dei 500 metri gestita con grande determinazione. Argento per CHIMIENTI Francesco nel salto in lungo e bronzo per CONTE Giovanni nei 600 metri piani cadetti. Ancora prestazione di rilievo per NADI Hamza giunto primo tra gli juniores e secondo assoluto, preceduto dalla promessa del GS Virtus Campobasso PAGLIONE Leo. Sulla stessa distanza, all’esordio, la promessa GIACOMETTI Mario che è riuscito a rimanere nella scia del gruppo di testa. Tra gli esordienti, anche lui all’esordio, BOUDELLA Omar di soli sei anni, capace di conquistare posizioni tra gli esordienti più grandi di lui. Alla manifestazione, aperta anche al settore master, hanno partecipato: DE ANGELIS Fernando tra gli MM40 che si è cimentato nella marcia, vincendo la gara dei 5 km, specialità che  aveva già praticato in gioventù e che dal
risultato di gara, pare non avesse mai dimenticato nell’espressione e gestualità atletica. E ancora TASILLO Nicola MM50 nei 600 metri insieme a BRINI Piergiorgio MM 65. Mentre nei 150 piani PAGLIUSO Angelo MM50 e CATOLINO Rocco MM65. Per finire i quattro master hanno  partecipato anche alla staffetta 4x400 conclusa egregiamente e accompagnata da un tifo da stadio da parte dei compagni di squadra.
 
Tartaruga spiaggiata e nido di fratino distrutto Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
22 aprile 2011
tartaruga-icoGli amici dell'Associazione Ambiente Basso Molise ci segnalano:
Rinvenuta nella mattinata di ieri, presso l’hotel Glower, Termoli nord  una Caretta Caretta spiaggiata. La tartaruga di notevoli dimensioni è in buono stato di conservazione e non presenta  in apparenza segni di morte violenta.
I nostri volontari hanno immediatamente avvertito la Capitaneria di Porto della presenza sulla battigia della tartaruga. Nello stesso tratto di spiaggia poco più a nord si è compiuto l’ennesimo scempio a danno di un nido di fratino. Mezzi pesanti sulla spiaggia, riteniamo per la pulizia, con distruzione di dune e purtroppo di un nido con tre uova che dovevano schiudersi dopo la Pasqua. Un altro scempio ed un altro attentato verso una specie già in via di estinzione. Hanno assistito alla strage oltre i due Fratini una coppia di beccacce di mare. Il 12 aprile u.s. con lettera raccomandata abbiamo chiesto ai Comuni costieri di non utilizzare mezzi meccanici per la pulizia della spiaggia, ebbene il risultato lo vedete nelle immagini sotto riportate.
Nulla riesce a fermare questi scempi e, anno dopo anno, si va sempre di più verso la distruzione delle specie esistenti sul litorale molisano. Ma si arriverà un giorno a far capire alle persone dello scempio che si continua a fare alla natura e al territorio che ci circonda????
 
<< Inizio < Prec. 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 Succ. > Fine >>

Pagina 489 di 494