Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
Il presidente del seggio elettorale di S.Giacomo ci scrive... Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
20 maggio 2011 S.Bernardino
urna_elettoraleAdesso parlo io....
Sono il presidente del seggio incriminato e in risposta all' articolo sul cosiddetto " SCRUTINIO TARTARUGA ALLA SEZIONE UNICA DI SAN GIACOMO" ti prego di voler pubblicare questa mia nota di chiarimento, non per accusare ne' giustificare nessuno, ma solo per portare a conoscenza di tutti i lettori i reali motivi del ritardo dello scrutinio.
Oltre a prevedibili ed imprevedibili disguidi di natura tecnico-procedurale vorrei far notare a coloro i quali hanno mostrato lamentele e rimostranze spesso scomposte, che la vera natura del rimarchevole ritardo dello scrutinio delle schede elettorali è da attribuire soprattutto alla eterogenea composizione della squadra di scrutatori che mi hanno affiancato in questa missione quasi "impossibile".Quando per un'elezione importante e sentita come quella del sindaco in un comune cosi' piccolo si allestisce una squadra formata da scrutatori inesperti perchè alla loro prima esperienza nel settore e per di piu' con attitudini professionali non del tutto assimilabili al tipo di compito da svolgere, la lentezza nel portare correttamente a termine le operazioni di scutinio diventa un fattore imprescindibile .
Ripeto, non voglio accusare nessuno ma " EST MODUS IN REBUS ! ".
Nonostante i miei tentativi disperati e quelli della mia segretaria, non certo alla sua prima esperienza, nel voler recuperare il tempo perduto nel primo scrutinio, il ritardo non è stato purtroppo eludibile.
A tutti coloro i quali  erano presenti posso solo dire che bastava guardare il colorito del mio viso all'alba a meta' tra il giallo e il verde, con leggere sfumature di blu sotto gli occhi per capire che forse non ne sarei uscita viva, agli assenti invece dico solo che è stata una notte interminabile pero' ricca di pathos che ha reso questa maratona ancora piu' bella ed emozionante. Pero' che soddisfazione dopo aver scrutinato l'ultima scheda decretare la vittoria del nuovo sindaco!
Sapete come si dice:" Bene o male l'importante è che se ne parli" e vorra' dire che queste ultime elezioni amm.ve a San Giacomo saranno ricordate da tutti per "  2 PICCIONI...2 FAVE E... 1 TARTARUGA!".
Un ringraziamento particolare va a tutti i rappresentanti di lista.. o quasi tutti...che contro ogni mio pronostico hanno spontaneamente collaborato per accelerare i tempi, ma soprattutto un grazie di cuore ad Erica, la mia segretaria, e Maria Letizia; senza di voi non avrei mai potuto farcela!
Al nuovo sindaco auguro un grande in bocca al lupo per questa sua nuova avventura ricordandogli che chi va piano....
Ti saluto caramente
Samantha Greco
 
Le analisi del voto alle elezioni provinciali a Guglionesi Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
guglionesi_nel_cuoreDall'Associazione "Guglionesi nel cuore" riceviamo e pubblichiamo:
Le analisi del voto alle elezioni provinciali a Guglionesi
Finita la bagarre pre-elettorale che ha visto, per l’ennesima volta, Guglionesi trasformarsi in una maxi incubatrice di molteplici candidati di “destra” di “centro” e di “sinistra”, non ci resta che commentare i dati venuti fuori dalle urne, visto che parliamo di dati matematici e gli stessi non possono essere “interpretati” ma semplicemente “analizzati”.
•    Il primo dato inconfutabile è quello che a Guglionesi ha vinto il centrodestra con oltre 64% dei consensi;
•    Il secondo dato è che chi si aspettava una flessione di “Guglionesi nel cuore” e del suo rappresentante Del Peschio, è rimasto a bocca asciutta. Il Candidato Del Peschio, con oltre il 26% dei consensi (743 voti), è risultato il primo dei candidati nel nostro comune e l’undicesimo (11°) rispetto a tutti i circa 300 candidati di centro-destra dell’intera provincia a livello di voti. E’ inutile sottolineare che questo risultato ci inorgoglisce e ci sprona a continuare sulla linea amministrativa intrapresa, convinti, oggi più che mai, che è quella giusta, ringraziando i concittadini che hanno, con il loro voto, confermato la loro fiducia nei confronti del nostro  gruppo.
•    Terzo dato, forse il più importante, è che Guglionesi, ed il territorio del nostro collegio, è rimasto senza rappresentante in seno al Consiglio Provinciale e su questo invitiamo tutti a ragionare con noi per individuare le cause, i perché e su chi sia da ritenere responsabile di tale situazione. Noi, come nostra consuetudine, sulle cose ci ragioniamo e poi ne parliamo per condividerle con la gente, magari aprendo nuove discussioni, ma con il solo intento di fare chiarezza. La cosa che appare subito evidente è che in questa ultima competizione elettorale due erano i gruppi politici organizzati: noi di Guglionesi nel cuore ed il gruppo del PD. Organizzati alla competizione, per noi, significa avere una macchina operativa e pensante che avrebbe portato comunque ad un risultato positivo, perché partiva da un progetto iniziale di candidatura  supportata da uomini, mezzi ed idee per poter affrontare l’intera tornata elettorale. Il nostro candidato non è mai stato solo il candidato di se stesso, ma ha avuto sempre al suo fianco numerosi compagni di viaggio sempre pronti a supportarlo in tutto. A conferma di quanto detto parlano i risultati dei due gruppi, che hanno più che doppiato gli altri. Appunto gli altri. Analizziamo chi sono costoro. Molto spesso si tratta di autocandidature, motivate da mire personalistiche che poco hanno a che vedere con il bene comune e molto con semplici aspirazioni personali, frutto di progetti inesistenti, e con risultati molto lontani dagli obbiettivi e dalle fantasie pre-elettorali. Parlano da soli i risultati ottenuti dal Partito socialista (83 voti), Regione nuova (114 voti), Provincia libera (5 voti), Diritti e libertà (20 voti). A questi vanno ad aggiungersi, con l’aggravante della motivazione “zema msrè” (dobbiamo misurarci), altri gruppi politici che non avendo ancora metabolizzato la sconfitta delle ultime comunali, ritenevano questa tornata come un banco di prova per dimostrare la scarsa tenuta dell’attuale amministrazione, ed invece hanno manifestato la loro pochezza politica sia in termini di voti che in termini di progettualità (rintracciabile solo in alcuni slogan stampati sui manifesti elettorali). Tali sono i dati ottenuti da Alleanza di Centro (275 voti), Italia dei Valori (184 voti) e, udite udite, dal PDL (294 voti), giunto al peggior risultato di sempre nel nostro Comune.
Ci fermiamo qui con l’elencazione dei partiti no per offendere qualcuno, ma perché soltanto i partiti sopra riportati erano quelli che vedevano tra i candidati alcuni nostri concittadini, e che a nostro modo di vedere, sono i veri e unici responsabili del fatto che la nostra collettività non ha oggi ben due rappresentanti nel Consiglio Provinciale.
Manifestiamo il nostro fermo disaccordo verso le persone che, a nostro avviso, con le loro candidature kamikaze, hanno calpestato il BENE COMUNE di un intero territorio, magari godendo di aver determinato con il loro “sacrificio” un risultato negativo per tutti noi.
Siamo sicuri che queste considerazioni potranno aiutare il formarsi di un giudizio critico nella nostra collettività verso simili atteggiamenti, e speriamo che in future competizioni, anziché l'individualismo di oggi, prevalgano l'unità e un sano campanilismo in vista del BENE COMUNE.
Vogliamo contribuire in modo aperto e sincero ad una ampia discussione su questo tema, molto sentito dall'intera cittadinanza.
Perciò invitiamo tutta la cittadinanza ad un pubblico dibattito che si terrà venerdì 27 maggio a Castellara alle ore 18,30.
Guglionesi nel cuore
 
Record di visite il giorno 17 maggio Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
19 maggio 2011
computer1Record di visite del sito il giorno 17 maggio; un vero successo! Sono stati 840 i lettori che martedì 17 si sono collegati al nostro sito per seguire l'andamento dello spoglio delle schede.
Un grazie a tutti voi che continuate a premiarci seguendoci. Questo ci stimola a fare sempre meglio e di più per tenervi aggiornati su quello che succede nel nostro paese e nei dintorni. Grazie a tutti da parte della nostra redazione.
 
Di Narzo ringrazia gli elettori di San Giacomo degli Schiavoni per le 143 preferenze ricevute nelle elezioni provinciali 2011 Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
19 marzo 2011 S.Crispino
di_narzoL’ex consigliere provinciale Vincenzo Di Narzo ringrazia i circa mille elettori di San Giacomo degli Schiavoni che riconoscendo l’impegno profuso  nella valorizzazione e difesa del terrritorio nell'esercizio del proprio mandato nel Consiglio Provinciale di Campobasso  lo hanno voluto premiare con 143 preferenze nelle elezioni del rinnovo del consiglio provinciale del 15 – 16 maggio  2011.
Vincenzo Di Narzo
 
Il nuovo sindaco Rino Bucci e la lista dei consiglieri Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
18 maggio 2011 S.Giovanni I Papa

Rino_Bucci

Rino Bucci della lista nr. 2 "Per il Futuro di S.Giacomo"  è il nuovo sindaco di S.Giacomo che succede ad Antonio Galasso che, per dieci anni, ha amministrato il nostro paese. Rino Bucci, nato a Montorio dei Frentani, ha 50 anni, è sposato con la signora Tancredi Matilde ed ha due figlie: Stefania ed Ilaria. Risiede a S.Giacomo da circa venti anni. E' un Capo Reparto della multinazionale Momentive Performance Materials, una azienda chimica con uno dei suoi stabilimenti dislocato nella zona industriale di Termoli. Negli ultimi cinque anni scorsi ha fatto parte del comitato feste patronali di S.Giacomo che ci ha regalato delle serate indimenticabili. A lui vanno gli auguri della nostra redazione con la speranza che possa attuare tutto il programma presentato ai cittadini durante la sua campagna elettorale e ci piace concludere questo breve trafiletto con la frase che concludeva tale programma: "Una identificazione al territorio d'appartenenza incrementa l'affetto e la salvaguardia dello stesso"

Ed ora vediamo la lista dei consiglieri eletti:
Lista n. 1 - 338 voti pari al 35,24%
lista1p
"San Giacomo in Comune"
Consiglieri   
Ceccarelli Graziano
Galasso    Gianfranco    
Lista n. 2 - 403 voti pari al 42,02%
lista2p
"Per il futuro di S.Giacomo"
Consiglieri    
Astore    Antonio Cristian     
Bonifacio    Alessandro    
Bracone    Angela    
D'Amario    Lucia    
Pellilli    Emilio    
Verdastro    Valentina    
Lista n. 3 - 218 voti pari al 22,73%
lista3p
"Libera San Giacomo"
Consigliere
Galasso Attilio "detto Ugo"
 
Rino Bucci è il nuovo sindaco di S.Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Dopo un lungo spoglio durato tutta la notte, il verdetto arriva poco dopo le 8 del mattino seguente: il nuovo sindaco di San Giacomo è Rino Bucci con il 42,02% delle preferenze, contro il 35% ottenuto dal cadidato avversario.
La sua lista "Per il futuro di san Giacomo" ha ricevuto 403 voti, seguita da quella di Graziano Ceccarelli con 338, e quella di Attilio Galasso, con 218 voti.
Quindici sono state le schede nulle e 8 quelle bianche.
 
Record di lentezza nello scrutinio delle schede a S.Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
17 maggio 2011 S.Pasquale
urna_elettoraleScrutinio "tartaruga" a S.Giacomo. Sicuramente il nostro paese entrerà nel "Guiness dei primati" per i ritardi nello scrutinare le circa 1000 schede.  Solo a tarda notte si è concluso lo scrutinio per le provinciali il cui esito è sotto riportato. Un grazie al nostro  affezionato lettore  Antonio De Lena che si è trattenuto fino alle prime luci dell'alba per trasmetterci i dati  degli esiti delle votaioni per la provincia. E’ molto probabile che si cominci lo spoglio delle comunali solo questa mattina, dopo la pausa notturna.



N. VOTANTI: 961

DE MATTEIS: 444 voti
FANELLI: 247 voti
COSCIA: 51 voti
NAGNI: 49 voti
CAMPOPIANO: 45 voti
MANCINI: 26 voti
SCHEDE NULLE 28
SCHEDE BIANCHE 71

Per quanto riguarda i candidati sangiacomesi:
VENERINO MENNA 246 voti
VINCENZO ENNIO DI NARZO 141 voti
RUDY RINALDI 53 voti
 
Tutti a Termoli per la partenza della decima tappa del Giro d'Italia Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
17 maggio 2011 S.Pasquale
giro_ditaliaPer tutti i sangiacomesi che intendono partecipare e vedere la partenza della decima tappa del Giro d'Italia Termoli-Teramo dal Piazzale di RioVivo di fronte all'Hotel Giorgione (non più il piazzale del porto come inizialmente programmato), consigliamo di lasciare la macchina nella zona della Chiesa di S.Pietro e proseguire a piedi perchè da questa mattina alle ore 7 sono state chiuse le seguenti strade:
 via del Porto, Aubry, via Roma, Corso Nazionale, piazza Regina Elena, via Abruzzi, via Martiri della Resistenza, via Madonna delle Grazie e via Sandro Pertini. Dalle 11 scatterà il divieto di circolazione sui tratti del percorso di gara. Il Comune di Termoli apporrà apposite transenne per indicare le vie alternative.
 
Buona l'affluenza dei votanti a S.Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
16 maggio 2011
Buona l'affluenza alle urne a S.Giacomo. Ieri sera alle ore 22,00 alla chiusura del seggio, dei 1244 aventi diritto al voto, avevano votato 666 persone di cui 640 alla provincia. Percentuale pari al 53,5%.
 
Domani decima tappa del Giro d'Italia: Termoli-Teramo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
16 maggio 2011 S.Ubaldo

tappa_term-teramo-ico

Dopo le fatiche "vulcaniche" sull'Etna, tappa vinta per distacco dallo spagnolo Contador, e il primo giorno di riposo di ieri con relativo trasferimento da Catania in continente, si ripartirà domani dal piazzale del porto di Termoli per un'altra tappa in cui si dovrebbero veder lottare gli sprinter. Attraverso le province di Campobasso, Chieti, Pescara e Teramo si arriverà nel capoluogo più settentrionale dell'Abruzzo dopo aver percorso i 159 km che separano Termoli da Teramo. Gli ultimi chilometri della frazione presentano leggere salite che non dovrebbero assolutamete preoccupare i velocisti. Guarda l'icona per vedere l'itinerario della 10° tappa.
Caratteristiche del percorso:
Gran parte della tappa si svolge sulla costa Adriatica, risalendo verso l'Abruzzo, senza particolari difficoltà altimetriche. Unico GPM di giornata è sulla collinetta di Vasto, un paio di km di salita nelle prime fasi di corsa. Più avanti si supera Ortona, con il suo possente Castello Aragonese, e Pescara, patria di D'Annunzio e Flaiano. Fino a Giulianova Lido si prosegue sul litorale ospiti di alcune delle più piacevoli località di villeggiatura abruzzesi. Qui, a 24 km dall'arrivo, il percorso vira verso l'interno per arrivare a Teramo. La strada è in falsopiano, ma il dislivello da superare è di appena 240 metri, cioè l'1% di pendenza. Non ci sarà dunque l'occasione per scattare. A Teramo sarà volata.

 
<< Inizio < Prec. 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 Succ. > Fine >>

Pagina 484 di 494