Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
Ordinanza nr. 24 del 30 aprile del Presidente della Giunta Regionale Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
3 maggio 2020 SS: Filippo e Giacomo 

ord24_x_sito

Per leggere l'ordinanza completa composta da 3 pagine clicca sotto:

pag.1

pag.2

pag.3 
 
Calendario raccolta rifiuti per le future festività Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
2 maggio 2020 S.Cesare

calendario_raccolta_rifiuxti_x_sito
 
Tanti auguri a tutti i lavoratori Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
1 maggio 2020 San Giuseppe artigiano 

festa_1-maggio_ico

Oggi, 1° maggio, vogliamo fare tanti auguri a tutte le lavoratrici e ai lavoratori ma soprattutto vogliamo rivolgere un pensiero e un incoraggiamento a non abbattersi a quelli che hanno perso il lavoro a causa di questo maledetto e invisibile virus che sta distruggendo l'economia della nostra Italia, ai lavoratori interinali che non hanno un futuro certo, ai precari, agli esodati e a tutti i giovani e alle giovane che sono in cerca di un primo lavoro.
Il 1° Maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per migliorare la propria condizione."Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire" fu la parola d'ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da gran parte del movimento sindacale organizzato del primo Novecento.
Si aprì così la strada a rivendicazioni generali e alla ricerca di un giorno, il primo Maggio, appunto, in cui tutti i lavoratori potessero incontrarsi per esercitare una forma di lotta e per affermare la propria autonomia e indipendenza.
La storia del 1° Maggio rappresenta, oggi, il segno delle trasformazioni che hanno caratterizzato i flussi politici e sociali all'interno del movimento operaio dalla fine del secolo scorso in poi.
 
Ordinanza per la riapertura del Cimitero di San Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
30 aprile 2020 San PIo V 
cimitero-ico_grande
Dal sindaco di San Giacomo Costanzo Della Porta riceviamo e pubblichiamo copi dell'ordinanza che abolisce la chiusura del cimitero come orinato alcuni giorni fa e ci permette di andare a dire una preghiera ai nostri defunti.

Per saperne di più clicca 

foglio 1

foglio 2
 
Coronavirus: la situazione dei contagi in Italia al 28 aprile 2020 Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
29 aprile 2020 S.Caterina da Siena
corona-virus
Calano ancora terapie intensive e ricoverati con sintomi
Continua l’impegno del Dipartimento nelle attività di coordinamento di tutte le componenti e strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile.
In particolare, nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 28 aprile, il totale delle persone che hanno contratto il virus è 201.505, con un incremento rispetto a ieri di 2.091 nuovi casi. Il numero totale di attualmente positivi è di 105.205, con una decrescita di 608 assistiti rispetto a ieri.
Tra gli attualmente positivi 1.863 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 93 pazienti rispetto a ieri.
19.723 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 630 pazienti rispetto a ieri.
83.619 persone, pari al 79% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.
Rispetto a ieri i deceduti sono 382 e portano il totale a 27.359. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 68.941, con un incremento di 2.317 persone rispetto a ieri.
Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 35.744 in Lombardia, 15.506 in Piemonte, 12.003 in Emilia Romagna, 8.601 in Veneto, 5.896 in Toscana, 3.571 in Liguria, 4.562 nel Lazio, 3.334 nelle Marche, 2.802 in Campania, 2.919 in Puglia, 1.565 nella Provincia autonoma di Trento, 2.143 in Sicilia, 1.239 in Friuli Venezia Giulia, 1.990 in Abruzzo, 910 nella Provincia autonoma di Bolzano, 275 in Umbria, 772 in Sardegna, 209 in Valle d’Aosta, 764 in Calabria, 205 in Basilicata e 195 in Molise.

Dati della Protezione Civile
 
Rinviata l'estrazione dei premi della Lotteria della Madonna allunghe indetta da padre Luigi Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
28 aprile 2020 S.Valeria 

Lotteria_Madonna_Allunghe_x_sito
 
Calcetto femminile 3° e 4° posto -HD- 1 agosto 2014 San Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
27 aprile 2020 S.Zita
Grazie al nostro amico e assiduo lettore Nicola Mastrogiuseppe e alla sua inseparabile video-camera, vi presentiamo oggi:
1 agosto 2014 San Giacomo degli Schiavoni (CB). L'Associazione San Giacomo Unicamente organizza la 
finale del torneo di calcetto femminile 3° e 4° posto.
"Le sette rose di Eva" allenate da Francesco D'Aloè contro "Le Abusive" allenate da Andrea Lafratta. 

Arbitro: Giancarlo Carile.
Telecronaca di Marco La Fratta.
Riprese e montaggio di Nicola Mastrogiuseppe.

https://www.youtube.com/watch?v=kGB56n89OnM&t=162s
 
DAL SANTO SEPOLCRO ALLA DIDATTICA A DISTANZA: ESPERIENZA UNICA PER I PICCOLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA DI SAN GIACOMO Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
26 aprile 2020 S.Marcellino 
justy_x_sito

In questi tempi di quarantena, si sa, la scuola è uno di quei mezzi che è riuscito a ridurre le distanze tra i bambini e i loro insegnanti, a tenerli impegnati, a far vivere loro un qualche spicciolo di normalità pur in un tempo così sospeso.
L’esperienza che hanno vissuto i bambini delle classi IV e V di San Giacomo degli Schiavoni, appartenenti all’Istituto Comprensivo V. Cuoco di Petacciato, è stata una di quelle che rimarranno impresse nella loro memoria: infatti i piccoli alunni il 23 aprile, hanno vissuto un viaggio virtuale in un Paese lontano, nella terra di Gesù, per scoprire ciò che avevano studiato durante il loro percorso di Religione cattolica in quest’anno scolastico.
Con la loro maestra Justyna Glowacka, i bambini sono entrati in contatto con un padre francescano attualmente di stanza in Polonia, a Wroclaw, che ha ricoperto negli ultimi sei anni il ruolo di custode del Santo Sepolcro in Gerusalemme.
Il frate, Zacheusz Drazek, assieme al suo amico italiano frate Francesco, in collegamento virtuale su una piattaforma educativa, hanno incontrato i bambini e hanno raccontato loro lo svolgersi dei riti durante la Settimana Santa appena trascorsa, hanno mostrato attraverso delle foto esclusive tutti i luoghi santi della Basilica e della Tomba di Nostro Signore Gesù Cristo, narrando la propria esperienza personale di vita durante tutti questi anni, a stretto contatto con i più alti rappresentanti di tre grandi confessioni cristiane, i Cristiani cattolici, gli Ortodossi Greci e gli Ortodossi Armeni.
Grande emozione in tutti i bambini che hanno partecipato con particolare curiosità, chiedendo di poter vedere delle foto della Sacra Tomba, facendo molte domande interessanti (come per esempio se ancora oggi esiste la Giudea, come si vestono le persone in questi luoghi e se, qualche volta, nevica!) e mostrando stupore nello scoprire che il dialogo interreligioso esiste davvero in un posto così suggestivo, ma reale e vivo.
La maestra Justyna, inoltre, ha aperto un canale youtube, dove è possibile accedere a diversi contenuti preparati ad hoc per lo svolgimento della didattica a distanza, dall’inizio della quarantena. Il canale denominato “Religia”, in poco tempo, ha già raggiunto 500 iscritti e oltre 125.000 visualizzazioni ed è disponibile al seguente indirizzo:
In allegato alcune foto della lezione svolta online e del Santo Sepolcro, forniteci dallo stesso Padre Zacheusz.

foto 1  foto 2   foto 3  foto 4  foto 5 

 
Oggi Festa della Liberazione Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
25 aprile 2020 Festa della Liberazione
festa_liberazione
Durante la seconda guerra mondiale (1939-1945), dopo il 1943, l'Italia si ritrovò divisa in due: al nord Benito Mussolini che  aveva costituito la Repubblica Sociale Italiana, appoggiata dai tedeschi mentre al sud si formò, in opposizione, il governo Badoglio in collaborazione con gli alleati americani e inglesi.
Per combattere il dominio nazifascista tanti giovani e meno giovani, i Partigiani, organizzarono la Resistenza. Tra questi c'erano uomini, donne, giovani, anziani, preti, militari, persone di diversi ceti sociali, diverse idee politiche e religiose, ma che avevano la comune volontà di lottare personalmente, ognuno con i propri mezzi, per ottenere la democrazia e il rispetto della libertà
individuale e l'uguaglianza. Il 25 aprile 1945 i Partigiani, supportati dagli Alleati, entrarono vittoriosi nelle principali città italiane, mettendo fine al tragico periodo di lutti e rovine e dando così il via al processo di liberazione dell'Italia dall'oppressione fascista. 
Qualche anno dopo, dalle idee di democrazia e libertà, nacque la Costituzione Italiana che entrò in vigore dal 1 gennaio del 1948.

A ricordo di quella storica giornata vi proponiamo una clip con una bella canzone di
sottofondo: "Inno alla Libertà" del paroliere e musicista sangiacomese Luigi Rosati.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=2&v=7wTbRCJUlk8&feature=emb_logo

 
La Farmacia Abrugiati dona 500 mascherine alle famiglie di San Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
24 aprile 2020 :Fedele
farmacia_Abrugiati_logo
Comunicazione del nostro sindaco Costanzo Della Porta
In attesa che arrivino le mascherine acquistate ieri, vi comunico che il Comune è stato destinatario 
di una donazione da parte della Farmacia Abrugiati di n. 500 mascherine
che saranno consegnate, una per famiglia, già da oggi pomeriggio dai volontari della Misericordia - Sezione di San Giacomo.

farmaciste_stefania_e_paola_x_sito



Un grazie di cuore a Paola e Stefania Abrugiati per il gesto di vicinanza alla nostra comunità.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 487