Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
Oggi ricordiamo S.Padre Pio da Pietrelcina morto il 23 settembre 1968 Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
23 settembre 2019 S.Padre Pio
padre_pio_1Si festeggia oggi S.Pio da Pietrelcina ma molti di noi continueremo sempre a invocarlo come Padre Pio.Il suo vero nome era Francesco Forgione, nacque a Pietrelcina, un piccolo paese del beneventano, il 25 maggio 1887. Venne al mondo in casa di gente povera dove il papà Grazio Forgione e la mamma Maria Giuseppa Di Nunzio avevano accolto già altri figli.
Fin dalla tenera età Francesco sperimentava in se il desiderio di consacrarsi totalmente a Dio e questo desiderio lo distingueva dai suoi coetanei. Tale "diversità" fu oggetto di osservazione da parte dei suoi parenti e dei suoi amici. Raccontava mamma Peppa - "non commetteva nessuna mancanza, non faceva capricci, ubbidiva sempre a me e a suo padre, ogni mattina ed ogni sera si recava in chiesa a visitare Gesù e la Madonna. Durante il giorno non usciva mai con i compagni. Qualche volta gli dicevo: "Francì esci un pò a giocare. Egli si rifiutava dicendo: "non ci voglio andare perché essi bestemmiano".
Dal diario di Padre Agostino da San Marco in Lamis, che fu uno dei direttori spirituali di Padre Pio, si venne a sapere che Padre Pio, fin dal 1892, quando aveva solo cinque anni, viveva già le sue prime esperienze carismatiche.
Estasi ed apparizioni erano così frequenti che il bambino le riteneva assolutamente normali.Con il passare del tempo poté realizzarsi quello che per Francesco era il più grande sogno: consacrare totalmente la vita al Signore. Il 6 gennaio 1903, a sedici anni, entrò come chierico nell'Ordine dei Cappuccini e fu ordinato sacerdote nel Duomo di Benevento, il 10 agosto 1910.Ebbe così inizio la sua vita sacerdotale che a causa della sue precarie condizioni di salute, si svolgerà dapprima in diversi conventi del beneventano, dove fra Pio fu inviato dai suoi superiori per favorirne la guarigione, poi, a partire dal 4 settembre 1916, nel convento di San Giovanni Rotondo, sul Gargano, dove, salvo poche e brevi interruzioni, rimase fino al 23 settembre 1968, giorno della sua nascita al cielo.In questo lungo periodo, quando eventi di particolare importanza non modificavano la quiete
conventuale, Padre Pio dava inizio alla sua giornata svegliandosi prestissimo, molto prima dell'alba, cominciando con la preghiera di preparazione alla Santa Messa. Successivamente scendeva in chiesa per la celebrazione dell'Eucarestia al quale seguivano il lungo ringraziamento e la preghiera sul matroneo davanti a Gesù Sacramentato, infine le lunghissime confessioni.Uno degli eventi che segnarono profondamente la vita del Padre fu quello verificatosi la mattina del 20 settembre 1918, quando, pregando davanti al Crocifisso del coro della vecchia chiesina, ricevette il dono delle stimmate, visibili; che rimasero aperte, fresche e sanguinanti, per mezzo secolo.Questo fenomeno straordinario catalizzò, su Padre Pio l'attenzione dei medici, degli studiosi, dei giornalisti ma soprattutto della gente comune che, nel corso di tanti decenni si recò a San Giovanni Rotondo per incontrare il "Santo" frate.
Per anni, quindi, da ogni parte del mondo, i fedeli si recarono da questo sacerdote stigmatizzato, per
ottenere la sua potente intercessione presso Dio.Cinquant'anni vissuti nella preghiera, nell'umiltà, nella sofferenza e nel sacrificio, dove per attuare il suo amore, Padre Pio realizzò due iniziative in due direzioni: una verticale verso Dio, con la costituzione dei "Gruppi di preghiera", l'altra orizzontale verso i fratelli, con la costruzione di un moderno ospedale: "Casa Sollievo della Sofferenza".Nel settembre del 1968 migliaia di devoti e figli spirituali del Padre si radunarono in convegno a San Giovanni Rotondo per commemorare insieme il 50° anniversario delle stigmate e celebrare il quarto convegno internazionale dei Gruppi di Preghiera. Nessuno avrebbe immaginato invece che alle 2.30 del 23 settembre 1968 avrebbe avuto termine la vita terrena di Padre Pio da Pietrelcina. Alle ore 10,25 del 16 giugno 2002, il papa Giovanni Paolo II santifica Padre Pio ora S.Pio
 
Interessantissimo cortometraggio oggi pomeriggio al Cinema Sant'Antonio di Termoli Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
22 settembre 2019 S.Maurizio
locandina_film_Futurieri_x_sito
Nella locandina allegata trovate un evento che si svolgerà oggi, domenica 22 settembre  presso il cinema S.Antonio di Termoli alle ore 18,30.
Si tratta della proiezione di un cortometraggio realizzato dal regista molisano Simone D'Angelo e girato interamente a Civitacampomarano, paese natale di Vincenzo Cuoco.
Nel film, ambientato alla fine del '700, rivivono, in una rigorosa ricostruzione storica, personaggi molisani illustri quali lo stesso  Vincenzo Cuoco, Gabriele Pepe e Olimpia Frangipane nel Castello di Civitacampomarano allestito con arredi, tendaggi e ambientazioni d'epoca. Nel cast figurano attori noti quali Andrea Ortis ( regista e protagonista del musical  "La divina commedia"), Giulia Mombelli, Augusto Zucchi, Mario Patanè, Chiara Cavalieri, Andrea Cioffi, Noemi Bordi e Daniele Borghi.
Un impegno importante ed un  giusto omaggio a luoghi e personaggi molisani che hanno contribuito alla storia d'Italia. Ma anche uno sguardo al passato  che, tra finzione e realtà storica, proporrà una interessante riflessione sul mondo della comunicazione.  Sarà presente l'attore Andrea Ortis con letture scelte   da opere di Vincenzo Cuoco.
La Casa del libro  è fra i promotori dell'evento perché crediamo sia davvero un appuntamento culturale  da non perdere.
 
Mostra fotografica al Palazzo Vescovile di Termoli Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
21 settembre 2019 S. Matteo
mostra-fotografica
Cari lettori
pubblico l'invito inviatoci dalla direttrice dell'UNITRE (Università delle Tre Età) arch. Maria Luciani per visitare la mostra di fotografia organizzata dall'unitre, che espone le immagini dei corsisti realizzate nell'anno 2018/19 sotto la guida del maestro Antonio de Gregorio.
Sono immagini bellissime esposte  in una location d'eccezione, nel palazzo vescovile gentilmente messo a disposizione dal Vescovo.
La mostra sarà aperta da oggi 21 settembre fino al 30, dalle ore 18 alle ore 21.
Siete tutti invitati
 
Il Touring Club alla scoperta del Borgo Antico di Termoli Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
20 settembre 2019 S.Candida
borgo_vecchio_2003
Il Touring Club alla scoperta del Borgo Antico: riflettori accesi sulla Termoli Sotterranea.

Il programma di sabato 21 e domenica 22 settembre:

Castello Svevo (Borgo Vecchio di Termoli, Via Montecastello). Aperto al pubblico sabato 21 settembre dalle 10.30 alle 11.30, con visita guidata su prenotazione. Dalle 11.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30 con visite libere; domenica 22 settembre dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30 visite libere.
Cattedrale e Cripta (Piazza Duomo, 1). Aperta al pubblico sabato 21 settembre dalle 10.30 alle 12.30 con visite libere, dalle 16.30 alle 17.30 con visite guidate su prenotazione e domenica 22 settembre dalle 16.30 alle 17.30 con visite guidate su prenotazione.Termoli Sotterranea (Palazzo Vescovile, Piazza Duomo). Aperta al pubblico sabato 21 e domenica 22 settembre dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30 con visite guidate ogni 30 minuti, su prenotazione a (max 15 persone a visita).
Mostra Diocesana “Incipit – Radici e arte di un popolo” (Palazzo Vescovile, Piazza Duomo)Aperta al pubblico sabato 21 e domenica 22 settembre dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30 con visite libere.
Mostra Fotografica “Gli Zigoti” – Allievi UNITRE Termoli (Palazzo Vescovile, Piazza Duomo) Aperta al pubblico sabato 21 e domenica 22 settembre dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30 con visite libere.
Archeo Lab (Palazzo Vescovile, Piazza Duomo) Domenica 22 settembre, dalle 10.30 alle 12.30, laboratorio per bambini dai 6 ai 12 anni (max 15 bambini) su prenotazione.

PARTECIPA, PER UN GIORNO, PER BENE, A TERMOLI

Per le prenotazioni chiamare o inviare un messaggio al 3770944933 o a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. “Un giorno per bene” a Termoli è realizzato dal Touring Club Italiano insieme a PietrAngolare e a Termoli Sotterranea con il patrocinio gratuito del Comune di Termoli, in collaborazione con Unitre – Termoli, Associazione Educult, APS Molise Explace e Associazione Turismol.
 
Fino a novembre si può fare domanda per il Reddito di Residenza Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
19 settembre 2019 S.Gennaro
Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Molise il bando per il Reddito di residenza attivo.

Fino al 30 novembre si potrà inoltrare la propria candidatura. L'idea del consigliere regionale Antonio Tedeschi è dunque realtà

Il Reddito di Residenza Attiva è realtà. È stato infatti pubblicato oggi, 17 settembre, sul Bollettino Ufficiale della Regione Molise, l’Avviso Pubblico ‘per l’accesso al Fondo in favore di soggetti che vanno a risiedere nei comuni con popolazione fino a 2000 abitanti’ ed è dunque possibile presentare la propria domanda per ottenere il beneficio.
Ad annunciarlo, con un certo orgoglio, il ‘padre’ del provvedimento, il consigliere regionale Antonio Tedeschi, che afferma come l’iniziativa “in pochi giorni è riuscita a conquistare l’attenzione della stampa di tutto il mondo, regalando al Molise una visibilità senza precedenti”.

Da questo momento in poi gli interessati potranno prendere visione di tutta la documentazione necessaria ed inviare le proprie candidature, a mezzo pec, entro il 30 novembre prossimo.
“Naturalmente – le parole di Tedeschi – speriamo che le numerosissime dimostrazioni di interesse giunte nell’ultima settimana si traducano in partecipazione concreta. Siamo stati contattati da migliaia di persone provenienti dall’Italia e da tutto il mondo, dall’Australia agli Stati Uniti, dal Nord Europa all’Africa, dall’Asia all’America Latina. Molte di esse hanno già prenotato viaggi in regione, con l’intento di conoscere il nostro territorio e scoprirne le bellezze. E questa è già una grande conquista. L’interesse è altissimo, ne siamo fieri. Ma restiamo cauti ed attendiamo l’evolversi della situazione”.

L’Avviso Pubblico, di cui presto sarà disponibile anche una versione in inglese, è stato pubblicato sul BURM n.36 del 17 settembre ed è consultabile sul sito della Regione Molise. A corredo della domanda e del testo del bando, è presente un elenco dei comuni molisani che rispondono al requisito principe dell’iniziativa ovvero avere meno di 2mila abitanti. Sono divisi per ambiti territoriali e sono in particolare 11 per quello di Agnone, 21 per quello di Riccia-Bojano, 19 per Campobasso, 9 per Larino, 13 per quanto riguarda l’Ats di Termoli, 12 sono nel territorio di Venafro e 21 in quello di Isernia. Impossibile citarli tutti (qui l’elenco completo), in totale sono 106 dei 136 che compongono la geografia molisana, oltre tre quarti. E chissà che il provvedimento non contribuisca a ridisegnare la demografia interregionale.

Chi deciderà di fare le valigie per trasferirsi e intraprendere un’attività in uno di questi campanili, riceverà un contributo complessivo di 24mila euro in tre anni suddiviso in tre rate da 8mila euro. La prima sarà erogata dopo la presentazione di tutta la documentazione che attesta la nuova residenza, la disponibilità dell’immobile destinato ad abitazione e quello destinato alla attività imprenditoriale. Le altre due tranche saranno erogate, rispettivamente, dopo il primo e il secondo anno, a seguito della presentazione della documentazione richiesta tra cui quella che attesta lo stato di realizzazione dell’iniziativa imprenditoriale. La Regione ha stanziato per il 2019 488mila e 500 euro circa.

All’ormai famoso bando possono partecipare maggiorenni che provengano da un comune italiano
con più di 2mila abitanti (non necessariamente molisano) o da altra Nazione. Fermo restando la disponibilità ad avviare lì un’attività imprenditoriale. Non basterà certo un aleatorio progetto che invero dovrà avere dei punti di forza che sarà una apposita Commissione a valutare. Ad esempio, il punteggio massimo (30 punti) lo darà la coerenza tra l’iniziativa presentata e il Comune nel quale si intende insediarla. Sarà dunque preso in considerazione il grado di integrazione ‘territoriale’ del progetto. Ma sarà importante anche il grado di sostenibilità futura cioè quanto l’attività sarà in grado di mantenersi nel futuro. E poi la cantierabilità e dunque i tempi di realizzazione dell’iniziativa, il numero di persone coinvolte (si pensi al beneficio che potrà apportare un’attività che preveda più occupati) e, infine, il recupero di un immobile esistente ma inutilizzato perché, ad esempio, fatiscente.

Nel caso di progetti che riporteranno lo stesso punteggio, a fare la differenza sarà l’Isee, il numero di eventuali figli a carico e l’età del proponente.

La domanda è sul sito regionale insieme a tutte le informazioni utili e alla documentazione da allegare. Dopo tanto parlare, è giunto il tempo di farsi avanti.
 
Corso di formazione itinerante per Educatori Ambientali Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
18 settembre 2019 S.Sofia
corso_di_formazione_rid
Per una migliore lettura della locandina, clicca qui
 
A 76 anni si è spento ieri sera Domenicangelo Murazzo, ex vigile urbano di San Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
17 settembre 2019
Angelo_Murazzo_dic09_x_sito
Ieri sera è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari
DOMENICANGELO (Angelo) MURAZZO

di anni 76

Ne danno il triste annuncio la moglie MARIA TERESA, le figlie MARIA, GIOVANNA e DEBORAH, i generi DOMENICO e GIORGIO, il nipotino GABRIEL ANGELO, la sorella ed i parenti tutti.

I funerali avranno luogo a San Giacomo degli Schiavoni domani 18 settembre alle ore 10.00 nella Chiesa SS. Rosario muovendo dall’abitazione in via Martiri della Resistenza, 5.
San Giacomo degli Schiavoni, 17 Settembre 2019
La redazione del nostro sito si associa al dolore che ha colpito la famiglia di Angelo
 
Avviso ai partecipanti alla Gita Anziani Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
17 settembre 2019 S.Roberto Bellarmino
autobus
gita_pensionati
 
La Festa Patronale Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
16 settembre 2019 SS. Cornelio e Cipriano
Feste Patronali  8-9 agosto 2019 San Giacomo degli Schiavoni (CB)

 
 
IX Sagra de "Cuzzetille" Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
15 settembre 2019 B.V.Maria Addolorata
9^ sagra di "Cuzztille" - 21 luglio 2019

 
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 463