Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
Il primo maggio si inaugura a Termoli una mostra di Vincenzo Mascia Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
29 aprile 2012 S.Caterina da Siena

Mostra_di_V.Mascia

Mostra personale di arte contemporanea
a cura di Tommaso Evangelista "L’esprit de geometrie tra architettura e design"
Vincenzo Mascia
OFFICINA SOLARE GALLERY via Marconi,2
Termoli
Inaugurazione martedì 1 maggio 2012 ore 19.00
Periodo: 1/18 maggio 2012
orario: 19.00 / 20.30


Le opere di Vincenzo Mascia ci pongono davanti al problema della forma e dell’ipotesi dello spazio in un momento in cui le strutture contemporanee sembrano aver smarrito la capacità di riassumere in sé la logica della costruzione. Sono tessere di un’unica struttura immaginaria e utopica della quale non conosciamo le dimensioni ma solo i particolari, frammenti perfetti e (in)stabili di un’architettura illusoria e concreta allo stesso tempo, immaginata tra i vuoti delle sagome. Attraverso queste configurazioni pure la geometria formale ci parla di un microcosmo dove forze contrastanti, per segreto equilibrio, si trasmettono stabilità bilanciandosi su proiezioni non ortogonali e dove ogni segno-pattern trova il suo posto sul piano non per desiderio descrittivo (astrattismo come sintesi estrema del reale) ma per intuizione formale. Non è estrema imitazione del dato sensibile o rispecchiamento della natura tangibile ma oggettiva ricerca di spazio non mimetico che esalta il gioco dialettico dei modelli applicati. I colori puri e la luce che si modula naturalmente sulle sagome estroflesse, aprendo ad ulteriori conformazioni, concorrono a trasmettere vitalità e dinamismo ad opere nate da un pensiero estetico che esalta il disegno geometrico e la logica dell’idea. Anche se una regola rigorosa soggiace a tali configurazioni astratto-concrete si percepisce, nel piacere della sperimentazione, una forte carica ludica nell’uso dei vari moduli pensati come blocchi di un gioco in divenire. Opere sul limite dei “generi” i lavori di Mascia giocano con le varie arti in maniera autonoma e con l’idea del non prendersi troppo sul serio: c’è l’elemento pittorico dato dall’accostamento di tasselli colorati, come fossero tarsie contemporanee, c’è naturalmente l’elemento scultoreo dato dalla tridimensionalità e lo sfalsamento dei piani, c’è naturalmente l’architettura in quanto occupazione e trasfigurazione di uno spazio (“Una struttura diventa architettonica, e non scultorea, quando i suoi elementi non hanno più la loro giustificazione nella natura”, Apollinaire) e di conseguenza si percepisce anche la musica (“Definisco l’architettura musica congelata” Goethe) nella stessa misura per la quale si intuisce il ritmo in Boogie Woogie di Mondrian. Pause, interruzioni, sovrapposizioni, intervalli, simmetrie, sfalsamenti, corrispondenze e contrasti sono tutte figure retoriche che l’artista adopera nella costruzione e che dimostrano l’assoluta autonomia degli elementi ora in armonia ora in discontinuità tra loro. Infine abbiamo il tempo (relativo) poiché i lavori si mostrano allo sguardo proponendo sistemi nuovi dove durate, periodi e  sospensioni non sono quelli standard, unificati, ma momenti di dimensioni parallele e in ciò il discorso di accosta molto alle opere di Fontana (e alla rivoluzione spazialista), artista sempre amato da Mascia.
 
Lunedì 30 aprile l'Ufficio Postale di S.Giacomo resterà chiuso Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
28 aprile 2012
ATTENZIONE....ATTENZIONE

Lunedì 30 aprile l'Ufficio Postale di S.Giacomo resterà chiuso.

 Ecco la comunicazione inviata dal responsabile delle Poste al Sindaco di S.Giacomo:

chiusura_uff.postale_30apr12

 
Serata all’insegna del rock’n’roll anni 50-60 questa sera a S.Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
28 aprile 2012 S.Valerio

Coconuts_28apr

Serata all’insegna del rock’n’roll anni ‘50 e ‘60 questa sera sabato 28 aprile al Bobby’s Live Bar di San Giacomo degli Schiavoni con la Coconuts Killer Band da Chieti.
La COCONUTS KILLER BAND nasce nel maggio del 2010 a Chieti, da un idea di Luca Faieta (cantante e leader della band) e dei fratelli Del Grosso, Michele (chitarra) e Simone (batteria). L’idea di formare una Rock’n’Roll band anni ’50 attira immediatamente l’attenzione di Stefano Salone (basso) e poi di Simone Grifone (tastiere) che ben presto entrano nell’ottica della band... Lo si capisce subito,gia dalle prime prove,in cui si crea un forte entusiasmo ed affiatamento tra di loro sia a livello musicale che personale!!!!
In poco tempo ed a ritmo di rock’n’roll, i “Coconauti” si stanno facendo conoscere ed apprezzare dal pubblico abruzzese suonando innumerevoli live nei migliori club del territorio.
I Coconuts Killer Band propongono al pubblico una scaletta continuamente in evoluzione suonando i più bei pezzi del Rock’n’Roll Americano anni ’50 e ’60, rimanendo fedeli proprio a quegli anni ma poco timorosi nel mettere in evidenza la loro personalità ed il loro sound. Sul palco sono accompagnati da due coloratissime e bellissime ballerine/coriste (Giada & Greta) che insieme alla band riescono a trasmettere tanto entusiasmo e divertimento. Il loro repertorio spazia da Elvis Presley, Chuck Berry, Jerry Lee Lewis, Paul Anka, Little Richard, Brian Setzer, Bill Haley...
Il gruppo è sempre alla ricerca di nuovi testi e sonorità ed è in costruzione un loro cd inedito.

I Coconuts Killer Band sono:
- Luke _VOCE_
- Mick _CHITARRA & CORI_
- Ste Doc Salone _ BASSO & CORI_
- Simò Ray _TASTIERE & CORI_
- Simone Skinz _BATTERIA & CORI

http://www.youtube.com/watch?v=B1tz3OA5EYo
- Facebook: WWW.FACEBOOK.COM/COCONUTS.KILLER.BAND
- Myspace: WWW.MYSPACE.COM/COCONUTSKILLERBAND

COCONUTS KILLER BAND
SABATO 28 APRILE - ORE 22.30
BOBBY'S LIVE BAR - SAN GIACOMO DEGLI SCHIAVONI (CB)
INGRESSO GRATUITO!!!


www.bobbyslivebar.it
www.facebook.com/bobbyslivebar
www.facebook.com/bobbyslivebarofficial
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
Manifestazioni di fine settimana nel basso Molise Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
27 aprile 2012
Manifestazioni di fine settimana nel basso Molise
Sabato 28 Aprile 2012
Santa Croce di Magliano
Ore 10.00: Partecipazione libera alla Benedizione degli animali de " U Luteme Sabbate d'Aprile"
Ore 14.00: Pranzo a cura dell'Agriturismo Torre Magliano dove è possibile anche pernottare(tel 0874.728536.)
menù:"Vredocchie" e ricotta, bietola con olio e limone, cicoria con pancetta e uova, pane fritto con uova(a rschell), pane fritto con peperoni, peperoni fritti, frittate miste tradizionali, fave fresche con formaggio fresco, sottaceti, zuppa di legumi con farro, bruschette , torte rustiche, crostate e fiadoni con ricotta, acqua e vino.
Ore 16.00: Presso l'Agriturismo Torre Magliano, degustazione formaggi dell' Azienda Agricola Paladino con gli interventi del Dr. Gabriele di Blasio (assaggiatore dell' ONAF) e del Dr. Dante Rosati( Arsiam) , in compagnia dei Cantori della Memoria, di Franco Izzi, di Angelo Pannacchione, e interventi culturali dell'Ecomuseo Itinerari Frentani con lettura di poesie di Raffaele Capriglione, Giovanni Cerri. Verranno assaggiati i formaggi dell'azienda, accompagnati dal vino " Kantharos" , DOC Trebbiano del Molise delle cantine Angelo D'Uva.
Formaggi degustati: Treccia di Santa Croce di Magliano, u macciuocc", formaggio fresco e stagionato , burro di ricotta, ricotta , ricotta con il miele, caciocavallo, formaggio al limone, nodini, latte fresco, Dolce di ricotta e amarene
Verrà effettuata una dimostrazione della produzione della straordinaria treccia di Santa Croce.
Costi
Percorso completo( menù+ degustazione) : 25 euro
Degustazione : 10 euro.
per le prenotazioni Azienda Agricola Paladino:0874729928 o Agriturismo Torre Magliano di Colombo:0874728536
Larino (Centro Storico)
Ore 19.30: Piazza Santa Maria , Benedizione del fuoco dedicato alla Madonna dell'Incoronata
Ore 20.00: Esecuzione del canto devozionale dedicato alla Madonna dell'Incoronata
Ore 20.30: consumo semplici pietanze, canti popolari e devozionali a cura di Franco Izzi, Angelo Pannacchione, Cantori della Memoria, e BALLO DELLA SPALLATA

Domenica 29 Aprile 2012
Larino
Ore 10.00: a cura dell'Ecomuseo Itinerari Frentani, visita guidata del Parco archeologico di Larino
Ore 11.30: Lezione e laboratorio sulla ciaramella a cura del maestro Franco Izzi
Ore 20.00: Presso L'Episcopio, spettacolo:" Canti devozionali e di questua del Larinese", con la partecipazione dei musicisti e Cantori delle Litanie di Casacalenda guidati dal maestro Peppino Vincelli, dell'Associazione Musicando, dei Cantori della Memoria, della Pro loco di Montorio nei Frentani. Durante lo spettacolo verrà letto il poema " Terra di devozione" scritto da Marcello Pastorini.
Per informazioni sulla manifestazione e iscrizione a visite guidate e laboratori musicali : 3406550584

Pe pernottamenti a Larino e dintorni: www.itinerarifrentani.it
 
Guglionesi: ultimo incontro sulla dottrina sociale della chiesa Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
27 aprile 2012 S.Zita
don_Marcello_Paradisi-icoLa Parrocchia di Santa Maria Maggiore e l’Amministrazione Comunale, organizzano
L’ ULTIMO INCONTRO SULLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA
I destinatari della formazione sono:
giovani e giovani-adulti (uomini e donne) sensibili al rinnovamento della presenza in politica, “per una nuova generazione di politici cristiani”, come ripete spesso il Papa e la Chiesa Italiana.
Il Tema: Economia, mercato, lavoro
Date, orario e luogo:
L’ incontro si terrà alle ore 19.00, presso la Casa del Fanciullo, VENERDI’ 27 aprile
Coordinatore: don Marcello Paradiso.
“La Chiesa, con la sua Dottrina Sociale, argomentata a partire da ciò che è conforme alla natura di ogni essere umano, contribuisce a far sì che ciò che è giusto possa essere efficacemente riconosciuto e poi anche realizzato…Il compito di agire in ambito politico per costruire un giusto ordine nella società appartiene non alla Chiesa in quanto tale, ma ai cristiani laici, i quali operano come cittadini sotto la propria responsabilità; si tratta di un compito della più grande importanza, al quale i laici cristiani sono chiamati a dedicarsi con generosità e con coraggio, illuminati dalla fede e dal magistero della Chiesa e animati dalla carità di Cristo”  (Benedetto XVI)
 
Il Rotary club di Termoli assegna a Oscar De Lena il riconoscimento di Pensionato Emerito dell'anno Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
26 aprile 2012

Oscar-Premio_Dandrea

Ed ecco cosa ha scritto di lui il giornale telematico Primonumero:

Dal vetro al web e all’archeologia: Oscar De Lena, “pensionato” dalle mille risorse
Premiato dal Rotary Club durante il noto Premio D’Andrea Oscar De Lena, 68 anni, che “regala ai nostri figli la memoria di un popolo”. Appassionato di storia e archoeologia, impegnato nella solidarietà, scrittore, gestore di diversi portali telematici fra cui quello di San Giacomo, ha al suo attivo oltre venti brevetti e ha progettato, fra le altre cose, scenografie per spettacoli televisivi, un’auto tutto vetro a Hollywood usata per girare dei serial e la teca blindata del papa Celestino V all’Aquila.


Ha 68 anni, ma l’entusiasmo inarrestabile di un ragazzino. E’ un pensionato, ma a giudicare dalla mole di “produttività nei settori più svariati, dispone dell’energia di un lavoratore alle prime armi. Con un carico di esperienze che, nel territorio bassomolisano, lo rendono un personaggio praticamente unico. Oscar De Lena, nato a San Giacomo degli Schiavoni e termolese ormai a tutti gli effetti, ha all’attivo oltre venti brevetti collegati a un’attività quarantennale nella prestigiosa società italiana vetro (la ex Siv) e oggi si divide tra la gestione e l’aggiornamento di portali telematici, la storia e l’archeologia, il volontariato.
Meriti senza riserve, che hanno spinto il Rotary Club di Termoli ad assegnargli un riconoscimento speciale nell’ambito del XXXV Premio “Alfredo D’Andrea”, intitolato alla solidarietà umana, che si è celebrato oggi 25 aprile al cinema Sant’Antonio.
Un premio in una giornata particolare, che come ha ricordato l’assessore alla Cultura Michele Cocomazzi «oggi celebra la solidarietà perché 67 anni fa le nostre città furono liberate da un regime nazifascista. C’è stato un sussulto di popolo per dare moralità alla nostra nazionale, e un evento come quello odierno non è certo casuale». La solidarietà, protagonista dell’evento, anche nelle parole del presidente del Consiglio Alberto Montano, che ha sottolineato «il piacere di conoscere persone che sono testimonianza di solidarietà umana».
Oscar De Lena, sposato, papà di due maschi e nonno di 5 nipotini, è un esempio, appunto, di generosità e impegno. Il suo curriculum la dice lunga sui risultati ottenuti nella sua professione, prima al Laboratorio Ricerche della Veglia Borletti di Milano, dove si occupava di strumentazione per auto, e poi per 38 anni presso il dipartimento di Ricerca e Sviluppo, di cui è stato fondatore, nello Stabilimento Società Italiana Vetro di San Salvo, acquistata poi nel 1994 dalla multinazionale inglese Pilkington. Ha al suo attivo oltre venti brevetti e, per motivi di lavoro, ha girato quasi tutto il mondo. Tornando sempre a casa, con un bagaglio di esperienze in tasca e un brillante risultato nella valigia. Ha progettato e partecipato alla realizzazione di una serie di strutture artistiche in vetro fra cui due scenografie per spettacoli televisivi irradiati in mondo visione su idea dell’architetto Paolo Portoghesi, che si sono svolti a Pisa e a Mantova.
Ha progettato una struttura per la Biennale di Venezia, un’auto tutta di vetro a Hollywood usata per girare dei serial televisivi, la teca di protezione dei reperti ossei di San Tommaso a Ortona, la teca blindata del papa Celestino V all’Aquila, una delle prime auto in Italia a propulsione fotovoltaica in collaborazione con l’Università dell’Aquila e tantissime altre teche e vetrature speciali per la protezione di musei e aree archeologiche in tutta Italia.
Ma quando è arrivata l’età della pensione, si è ben guardato da mettersi a riposo. Tra le sue passioni i siti internet, che gestisce e aggiorna direttamente. C’è quello del suo paese natio, San Giacomo degli Schiavoni, che in questo 2012 festeggia i sette anni di esistenza e che è servito e serve a far ricongiungere i tanti emigranti che avevano perso tutti i riferimenti con i loro parenti e il loro paese. C’è il sito dell’Associazione dell’Archeoclub di Termoli, quello degli ex dipendenti della Società Italiana Vetro e un sito per Suor Elvira Tutolo seguito nella Repubblica del Centro Africa dove la suora svolge la sua missione umanitaria.
Non finisce qua, perché Oscar De Lena per conto dell’Archeoclub di Termoli, del cui direttivo fa parte, accompagna i turisti nella visita al Borgo Vecchio e d’estate, durante le serate organizzate dall’Archeoclub “Il Castello a mezzanotte” li accoglie proiettando un documentario da lui realizzato e racconta loro la storia di Termoli. Nel 2011 ha fatto la guida turistica raccontando la storia di Termoli ad oltre 1000 persone tra le quali i turisti presenti a Termoli nel periodo estivo, 150 poeti dialettali venuti a Termoli per il loro convegno nazionale, studenti argentini invitati nel Molise per far loro conoscere i paesi di origine dei loro antenati, studenti dell’Università della terza età, Corso di Storia dell’arte di Milano, un gruppo di un’ associazione culturale di Chieti e tanti studenti universitari ai quali fornisce documentazione sulla storia locale per le loro tesi .
E ancora: tiene, gratuitamente, corsi di Computer a San Giacomo e Termoli a soci di diverse associazioni.
Infine i libri, già tre. Il primo, nel 2008, scritto a quattro mani insieme con il poeta, scrittore e pittore termolese oggi scomparso Carlo Cappella con il quale ha condiviso i suoi ultimi 10 anni di vita, dal titolo: “Termoli dal periodo arcaico ai giorni nostri”. Nel mese di gennaio del 2011 ha pubblicato il suo secondo libro dedicato al suo paese natio: “S.Giacomo degli Schiavoni – date, avvenimenti e personaggi che hanno fatto la storia di S.Giacomo” e, sempre nello scorso anno a dicembre, è uscito il suo terzo libro: “Tèrmele…. come jève bbèlle ‘na vóte”. A lui il riconoscimento del Rotary e applausi per un impegno inarrestabile che migliora la conoscenza della città, permette di tramandare la memoria storica, serve da esempio e stimolo ai ragazzi. I Past governator dei distretti 2080 e 2090, Di Raimondo e Ottaviano, hanno espresso la loro soddisfazione mentre il presidente del club termolese Basilio Ciucci ha fatto gli onori di casa.
Oscar De Lena, presentato da Enrico Russo, non ha nascosto l’emozione: «Ho partecipato tanti anni a questo premio da spettatore, è un onore essere qui oggi da premiato». La cerimonia si è chiusa con la premiazione di un socio internazionale, quest’anno una donna. Si chiama Manina Consiglio, origini napoletane, da 10 anni impegnata a sostegno degli indigenti. Insegnante di lettere e filosofia in pensione, si è trovata per caso, durante una vacanza, in Madagascar e lì è rimasta, fondando nell’isola di Nosy Be alcune scuole per ragazzi. Il suo commento? Una sintesi perfetta del senso della solidarietà, al quale è stata dedicata la giornata: «Faccio molto ma quello che ricevo è ancora di più».
(Pubblicato il 25/04/2012)

Ecco cosa ha scritto di lui il giornale telematico TermoliOnLine

Oscar De Lena pensionato dell'anno 2012, il premio è stato assegnato dal Rotary Club

TERMOLI. Il 25 Aprile 2012, nel Cinema Sant’Antonio, il Rotary Club Termoli e i Distretti 2080 e 2090 del R.I. hanno celebrato dalle 11 alle 13  la manifestazione XXXV Premio “Alfredo D’Andrea”, intitolato alla solidarietà umana.Nell’ambito della manifestazione, sono premiati con medaglia un personaggio internazionale ed uno locale.E’ stato scelto, come il locale pensionato emerito, Oscar De Lena, noto personaggio termolese, originario di San Giacomo degli Schiavoni, cui è rimasto sempre legato, come un albero che spiega rami e foglie in una splendida chioma lontana, ma ha le radici saldamente infisse nel suo terreno dalla nascita alla morte.Così Oscar ha potuto, senza traumi nostalgici, occuparsi di prototipi e brevetti e sperimentazioni, prima a Milano, poi stabilmente alla SIV/Pilkington di San Salvo, girando quasi tutto il mondo, riempiendo di teche stupefacenti chiese e musei, a protezione di statue e reliquie di santi, fino all’auto tutta vetro esposta ad Hollywood e usata per dei serial televisivi. Appunto, senza traumi nostalgici: ogni andata aveva il biglietto di ritorno, la sicurezza delle radici e la bella possibilità, così, di conoscere uomini e luoghi, civiltà altre e altri costumi, e apprezzarli e accrescere curiosità ed empatia per tutto quanto è mondo e comunità umane e tornare sempre arricchito da questi contatti.Chi si guarda intorno, di solito si volge anche a guardare indietro le tracce dei nostri progenitori, quindi l’amore per l’arte e per l’archeologia, una prateria sconfinata di stimoli e sorprese senza fine, per chi dipana pazientemente il gomitolo della storia umana attraverso i suoi reperti. Accanto,  e prima e sempre, all’amore per la famiglia, il  lavoro e gli hobby squisitamente culturali, c’è un altro interesse assolutamente generoso e umanissimo: i suoi siti web sono la stazione degli incontri di vite e destini; sono la vetrina che segnala eventi, ma anche bisogni e miserie dignitosamente appartate; sono i gioiosi colori di Nordic Walking e i turisti che ricevono calore e informazioni, indicazioni preziose e chicche di vita locale. Equamente divisa tra il luogo natio e quello di adozione, la sua produzione letteraria va alla riscoperta di tempi lontani, luoghi una volta diversi, un mondo non perduto, se rimane nelle parole affettuose di chi non dimentica e impedisce così che gli altri dimentichino.Ad Oscar possiamo solo dire che la sua vita ha avuto un bel senso, tutta svolta fra gli uomini e per gli uomini; nessuna medaglia equivarrà mai a definire conclusivamente una vita; ma, se questo è un giusto riconoscimento, caro Oscar, complimenti e tanti cari auguri dalla redazione amica di Termolionline.

Michela Tartaglia

 
Oggi 25 aprile, 67esimo anniversario della Liberazione Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
25 aprile 2012 Festa della Liberazione

festa_della_liberazione_25apr
L'Anniversario della liberazione d'Italia (anche chiamato Festa della Liberazione, anniversario della Resistenza o semplicemente 25 aprile) viene festeggiato in Italia il 25 aprile di ogni anno e rappresenta un giorno fondamentale per la storia della Repubblica Italiana: la fine dell'occupazione nazifascista, avvenuta il 25 aprile 1945, al termine della seconda guerra mondiale.
Convenzionalmente fu scelta questa data perché il 25 aprile 1945 fu il giorno della liberazione di Milano e Torino. Entro il 1º maggio, poi, tutta l'Italia settentrionale fu liberata: Bologna (il 21 aprile), Genova (il 26 aprile), Venezia (il 28 aprile). La Liberazione mette così fine a venti anni di dittatura fascista e da cinque di guerra e simbolicamente rappresenta l'inizio di un percorso storico che porterà poi al referendum del 2 giugno 1946 per la scelta fra monarchia e repubblica prima e alla nascita della Repubblica Italiana
 
Il giorno del fratino Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
25 aprile 2012 S.Marco

Fratino_day_25apr12-ico

fratino_uccelloDal Presidente dell'Associazione Ambiente Basso Molise riceviamo e pubblichiamo:
La giornata del 25 aprile 2012, sarà dedicata al Censimento  del Fratino, piccolo limicolo che nidifica sulle spiagge naturali della costa molisana.
I volontari di  Ambiente Basso Molise, WWF Molise, EBN Italia, Officina Fotografica Termoli, la  Protezione Civile e City Angels di Campomarino, saranno  impegnati nel censimento della specie lungo il litorale molisano.
Il gruppo di rilevatori, coordinato da Marco Carafa,  perlustrerà 36 km. di arenile, dal confine sud con la Puglia fino al confine nord con l’Abruzzo, registrando risultati che si sperano confortanti.L’arenile naturale, nella sua espressione più completa  garantisce la vita di numerose specie spontanee come Giglio di mare, Euforbia delle sabbie, Soldanella, etc.  è l’habitat prediletto dal Fratino che non sopporta manomissioni o interventi con mezzi motorizzati e meccanici utilizzati per le cosiddette “pulizie” di preparazione alla stagione balneare.Saranno effettuati anche rilievi per segnalare abusi sul territorio o se vi è erosione e tutto, compreso i nidi di Fratino saranno rigorosamente segnalati e memorizzati e archiviati.Si avrà anche l’aiuto di gps.Cogliamo l’occasione per richiedere maggiore sensibilizzazione da parte delle Amministrazioni Comunali costieri nell’assicurare il rispetto delle Ordinanze vigenti emesse dalla Capitaneria di Porto e rRichiediamo a tutte le forze dell’ordine di vigilare più che mai lungo la costa molisana.Questa attenzione potrebbe consentire al Fratino, che ringrazia, di incrementare il numero di coppie presenti sul litorale molisano.

Luigi Lucchese
 
I ragazzi della V° elementare in visita alla Villa Rustica Romana di S.Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
24 aprile 2012 S.Fedele

visita_villa_romana-ico

Nell'ambito di un progetto che i ragazzi delle scuole di S.Giacomo stanno portando avanti dall'inizio dell'anno scolastico attuale, si è svolto ieri una una passeggiata a piedi dei ragazzi della V° elementare, accompagnati dalla loro insegnante Maria Teresa Del Re, ai resti archeologici della Villa Rustica Romana sita sulla collina detta di S.Pietro ( sope i chiene ) dove, fino al tremendo terremoto del 5 dicembre del 1456 esisteva il Casale di S.Jacopo, un piccolo villaggio che si era svilupppato intorno a questa villa d'epoca romana che fu abitata dal IV° secolo a.C. al V° secolo d.C.A raccontare la storia dell'antico casale e a mostrare ai ragazzi le foto di alcuni reperti ivi recuperati durante la campagna di scavi effettuati dalla Soprintendenza Archeologica di Campobasso è stato Oscar De Lena che ha arricchito il racconto con una serie di aneddoti, fatti e avvenimenti collegati alla nostra comunità.Il progetto proseguirà con ulteriori incontri con i ragazzi per far meglio conoscere loro le radici del nostro passato.Vedi foto cliccando qui.
 
Al Bobby's Bar questa sera Giuliano Vozella presenta il suo primo disco Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
24 aprile 2012
15_Vozella_24apr-ico
Continua la promozione del primo disco solista “Notes Through The Years” da parte del giovane artista barese Giuliano Vozella, martedì 24 aprile sarà il Bobby's Live Bar ad ospitarlo.
Il progetto solista di Giuliano Vozella, nasce a metà del 2011.
Con lo scopo di ricercare il giusto equilibro tra le potenzialità del suo strumento con quelle della sua voce.
Con uno sguardo al cantautorato americano, Giuliano, compone e scrive musiche e testi di tutte le sue canzoni, stilisticamente direzionate verso il fingerstyle- blues/ folk. A fine del 2011 conclude le registrazioni del suo primo album ufficiale dal titolo “Notes Through The Years”, pubblicato nel Febbraio 2012 con la co-produzione di “I FEEL AFRICAN OL’ orchestra Label (Raffaele Nicolì)” e Valerio Vozella. Due persone molto vicine al progetto e umanamente legate alla figura dell’artista.

Web Site:
www.facebook.com/giulianovozellamusician
www.youtube.com/giulianovozella

GIULIANO VOZELLA ACOUSTIC SOLO
PRESENTAZIONE "NOTES THROUGH THE YEARS"
MARTEDI' 24 APRILE - ORE 22.30
BOBBY'S LIVE BAR
SAN GIACOMO DEGLI SCHIAVONI (CB)
INGRESSO GRATUITO!!!
Evento facebook: http://www.facebook.com/events/355264947843643/

www.bobbyslivebar.it
www.facebook.com/bobbyslivebar
www.facebook.com/bobbyslivebarofficial
info@bobbyslivebar
 
<< Inizio < Prec. 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 Succ. > Fine >>

Pagina 152 di 228