Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
Oggi e domani Carnevale a Guglionesi Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
8 marzo 2014 S.Giovanni di Dio
carnevaleAnche quest’anno la Pro-Loco “Gerundio” con il patrocinio del Comune, ha organizzato il Carnevale con la sfilata dei carri Mario Bross, L’Italia e Tutti i migliori sono matti.
Parteciperanno anche vari gruppi mascherati e maschere singole.
Per oggi sabato 8 marzo la partenza avverrà alle ore 14.30 presso  il Liceo Pedagogico ex Istituto magistrale.
Domenica 9 marzo, sempre alle ore 14.30, la partenza avverrà dalle Case Fiat.

L’invito è rivolto non solo ai cittadini guglionesani ma a tutti quelli a cui perverrà tramite i “media” questo comunicato e che desiderano passare alcune ore di sana festa.

L’Amministrazione Comunale
 
Oggi pomeriggio inaugurazione a Termoli della mostra "L'Arte al Femminile" Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
8 marzo 2014
Inaugurazione oggi a Termoli della mostra "L'Arte al Femminile"
L'ARTE AL FEMMINILE
Enza Acciaro / Valeria Acciaro / Aliaksandra Baraukova / Enrica Caula,Mantra Cerrone / Mariagrazia Colasanto / Angela Caposiena
Lucia Di Miceli / Cecilia Falasca / Cinzia Mastropaolo / Simona Materi/Manuela Mazzini / Maya Nagy / Fabiola Mignogna / Sara Pellegrini/Mariangela Regoglioso / Rosa Socci / Cristina Valerio

a cura di Tommaso Evangelista


la mostra resterà aperta dal giorno 8 al 27 MARZO 2014

Inaugurazione sabato 8 marzo 2014 ore 18.30
INGRESSO LIBERO
Apertura tutti i giorni ore 18.30/20.30
Officina Solare Gallery
Via Marconi, 2 Termoli
 
Escursione ai musei di Venafro e Isernia organizzata dall'Archeolub di Termoli Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
7 marzo 2014 S.Perpetua
Museo_etruschi-testa_sileno
Domenica  23 marzo l'Associazione dell'Archeoclub di Termoli organizza un’escursione a Venafro e ad Isernia. 
Il programma è il seguente:

ore   8.00: Partenza dal piazzale dei ‘Donatori di Sangue. (vecchio ospedale)  
“  10.00: Arrivo a Isernia e visita guidata delMuseo Nazionale del Paleolitico.  Breve visita della città.
“  12.45: Spostamento a Venafro e pranzo al Ristorante “La Viuzza”.    
“  16.00: Visita della Mostra su “Gli Etruschi del lago. Da Orvieto a Bolsena,un percorso nella Storia” presso il Museo Archeologico di Venafro.    
“  17.30: Breve visita della cittadina di Venafro.    
“  18.30: Partenza per il rientro in Termoli dove si arriverà verso le ore 21,00.
Il programma potrà subire variazioni per cause impreviste e da noi non volute.
La quota individuale, che comprende viaggio in pullman, pranzo e guide è di 45€ (50€ per i non soci); non comprende il costo di tickets per ingressi vari, Musei e  siti archeologici. L’acconto è fissato in 20 €. Le prenotazioni e i relativi acconti saranno accettati dalle ore 18 alle 19 di venerdì 14 marzo presso la Galleria Civica.     
Le prenotazioni telefoniche non saranno accettate prima delle ore 18 del 14 marzo e saranno considerate ‘vincolanti’, con l’importo comunque addebitato all’interessato. Il recesso è possibile entro domenica 16 marzo; nessun rimborso è previsto dopo questa data.
                                                                                Ti saluto cordialmente.    
IL PRESIDENTE      
(Oscar De Lena)


Per chiarimenti, rivolgersi a:      Presidente (0875 704886 - 339 6509535);        
Elio Selvaggio      (0875 82536 - 348 3013191);     
Sandro Morgagni     (0875 82471 - 349 3592911).
P.S.  -      Il menù, salvo ritocchi attualmente non previsti, è il seguente:     
Antipasti: Selezioni di salumi e formaggi con mostarde artigianali. –     
Primo a scelta tra: Chitarrine all’uovo tirate a mano con ragù di agnellino delle Mainarde;    
Mezze maniche di pasta fresca con guanciale, funghi porcini e pomodori pachino-
Secondo e contorno: Grigliata mista di maiale nostrano (braciola, salsiccia e pancetta);Insalatina dell’orto. –     
½ l.di acqua; ¼ l.di vino rosso  in bottiglia – Caffè.
 
Se non ora quando un paese per donne? Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
6 marzo 2014 S.Marciano
Locandina_DEF_7mar-ultima-ico
La giornata internazionale della donna (comunemente definita in modo improprio festa della donna) ricorre l’8 marzo, di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui esse, ancora, sono fatte oggetto in molte parti del mondo.
E’ solo il caso di rammentare che la festa della donna fu istituita nel 1908 per ricordare le 129 operaie morte arse a causa di un incendio scoppiato nell’industria tessile Cotton di New York, proprio mentre scioperavano contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. La festa doveva essere l’occasione per riflettere sulla condizione femminile nella prospettiva di migliorarne lo standard di vita lavorativa e sociale.
Nel corso degli anni si è tuttavia perduto il vero significato di questa ricorrenza, diventata ormai un fatto consumistico e di costume. Bisogna ricordare però che tuttora sussistono quelle condizioni di disagio e di discriminazione che ne fecero una giornata di lotta, e che dopo anni di svilimento la donna ha più che mai bisogno di riconquistare la propria dignità.
Per queste ragioni noi riteniamo che l’8 Marzo debba tornare ad essere un momento di riflessione e di confronto da parte di tutti coloro che rifiutano la sopraffazione e la violenza. Le Donne Lettrici intendono fornire il loro contributo al tema, proponendo lo spettacolo SE DICO BASTA, ASCOLTAMI che si terrà venerdì 7 marzo 2014 alle ore 21.00 presso il Cinema Sant’Antonio di Termoli
Il tema è quello del femminicidio, già messo in scena dal Liceo scientifico Alfano di Termoli, con il titolo MAI NESSUNA PIU’, proposto il 27 gennaio 2014 in occasione della Giornata della Memoria.
Il nuovo spettacolo SE DICO BASTA, ASCOLTAMI, costruito sulla libera riduzione/adattamento di testi di varia tipologia,  oltre alla componente studenti si avvale del contributo di donne comuni, impegnate a vario titolo in ambiti sociali e lavorativi più diversi, interessate a dare voce al profondo, silenzioso e sconosciuto disagio di molte donne.
Il LICEO SCIENTIFICO ALFANO DI TERMOLI, l’Associazione DONNE FIDAPA di Termoli e il gruppo “DONNE LETTRICI” propongono lo spettacolo “SE DICO BASTA. ASCOLTAMI!”. In occasione della FESTA della DONNA.  
Lo spettacolo si terrà VENERDI’ 7 marzo alle ore 21.00.presso il cinema Sant’Antonio
La tematica è quella del femminicidio , affrontata già con il progetto “Mai nessuna più”, spettacolo che il Liceo Scientifico ha proposto il 27 gennaio per la Giornata della Memoria. Il tema, significativo e tristemente attuale, ci è parso troppo coinvolgente  per rappresentarlo in ambito esclusivamente scolastico. Da qui l’intento di riproporlo con la partecipazione, accanto agli studenti, di donne  impegnate a vario titolo in ambiti  social e lavorativi. Esse hanno dato il loro contributo, dedicando serate e intensi pomeriggi domenicali all’allestimento dello spettacolo, desiderose di dar voce a chi oggi ha bisogno di ascolto.
 
Filmato su Larino andato in onda su TV2000 Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
5 marzo 2014
Riproponiamo a tutti i nostri lettori il bel filmato dedicato da TV2000 a Larino

 
Un film dedicato a tutte le donne Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
5 marzo 2014 Le Ceneri
LOCANDINA-banca_tempo-ico
In occasione della prossima Festa delle Donne, le Associazioni della Banca del Tempo, la Consigliera di Parità Provinciale e lo Spi, domani 6 marzo alle ore 17,00 presso la sede della CGIL "Sala Montefalcone" Via Asia 3/G Termoli,  sarà proiettato il film del regista Giuseppe Tornatore: "La Sconosciuta". Trattasi della storia di Irena, donna ucraina emigrata in Italia con un tragico passato e un solo bel ricordo: un malinconico amore. Tra gli interpreti:  Ksenia Rappoport, Michele Placido, Claudia Gerini, Clara Dossena, Pierfrancesco Favino.Siete tutti invitati a partecipare.
 
Interessante clip dello sbarco sulla luna Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
4 marzo 2014
da un nostro affezionato lettore, Joseph oriundo sangiacomese, che ci segue ogni giorno dal New Jersey in America abbiamo ricevuto un interessante link che ci mostra delle bellissime foto inerenti lo sbarco sulla luna.
per vedere la clip, clicca sull'indirizzo qui sotto:

The Untold Story Of The World's Most Famous  Photo

 
Il Carnevale di Guardialfiera - Ricordi di Francesco Jovine Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
4 marzo 2014 S.Lucio
carnevale_guard.ico
Il Carnevale di Guardialfiera  
“Il Carnevale (equidistante, nell’inverno, tra Natale e Pasqua), torna nel Molise come ritornano le stagioni, come tornano i lavori dei campi, le feste, i riti. All’annunciar di Pulcinella – tunica bianca e naso a becco - la gente straripa sulle strade, s’affaccia alle finestre, contenta, col riso  in gola, pronto a sgorgarlo e a punteggiare fasi irresistibili dello spettacolo in piazza”.
Descrive così Francesco Jovine nel luglio 1941, il Carnevale di Guardialfiera. Lo evoca da inviato speciale del “Giornale d’Italia”, con l’arte e l’ispirazione per il suo vecchio Molise.
Jovine, negli anni venti, è insegnante elementare a Guardialfiera. Vivrà qui, con intensità, i diletti di un particolarissimo microcosmo, fra giovani intelligenti e vivaci, ed un fremito straordinario di creatività e di cultura.
Dalla storia dell’anima popolare e dalle spigolature del folklore campagnolo, nasce un nuovo “Carnevale di baldanza”. Canti, musica, danza, leggende, proverbi, saranno rimodulati  al nuovo tempo, senza perdere la freschezza e l’originalità primitiva.
Schiere di giovani studenti e rigogliosi professionisti, assediano l’estro di Jovine. Son tuttora ricordati nelle persone di Vincenzo Cirella, Antonio d’Elisijs, Mario Caluori, Igino Montano, Florindo Lalli, Gastone di Lalla, Ciccillo di Rocco, i fratelli Mastroberardino, Domenico Lalli, Vittorio Maurizio, Luca Romeo, Peppino Villani. Una sorta di piccolo rinascimento nel paese, agli insegnamenti ed alla corte di Giuseppe Lalli notaio,Guido Loreto generale, Guglielmo Lalli medico, Giuseppe Caluori farmacista, Francesco Lalli avvocato. E tutti quei giovani, diverranno in breve  figure autorevoli fra le realtà amministrative e aziendali del mezzogiorno.
Ed ecco che in questo intreccio nascono “I guerrieri”:  <prendi la spada e tremi, mettiti in campo aperto>;  “ I calderai”; “La zingara che viene dall’Egitto”; e la sfida vanagloriosa di “Un mago”: <io sono mago e mago mi protesto e sono mago per i miei comandi, chi sa più di me si faccia avanti…>.
“Dal realismo un po’ crudo di queste scene, - che mischia nella rappresentazione stregoni, zingari, draghi, sortilegi, fatture – al gentile simbolismo della <Danza dei mesi>”, (lo annota proprio in questi termini Jovine in “Viaggio nel Molise”). Quella danza - un po’ comune adesso e presente con talune varianti in più Comuni - è stata vivacemente riproposta domenica, dopo novant’anni, dagli “Scapestrati”, il gruppo teatrale amatoriale diretto da Mario Pomponio e Maria Rosaria di Rocco. E, intensamente carezzevole, per i vegliardi, è stato il riascoltare oggi quel ridente valzer moderato: “la vita è sempre bella quando c’è l’allegria, con i divertimenti e l’allegra compagnia” appositamente composto nel 1925,  per “La danza dei mesi”, da Peppino Villani.
Strana e sorprendente, inoltre, la coincidenza della inventiva di Guardialfiera di circa un secolo fa, con “L’error day” tenuta adesso a Bologna , esattamente il 28 febbraio, il 1° e 2 marzo.
I paradossi, gli sbagli, i malintesi, le sviste, gli spropositi, le goffaggini, gli strafalcioni: le perle lucenti, insomma, che costellavano gli intrattenimenti casarecci degli amici di Jovine nel tempo di Carnevale, siano divenuti adesso i  comun divisori per l’Accademia delle Belle Arti a Bologna!
Incantevole, infine, il corteo mascherato di sabato pomeriggio, fra schiaffi di vento gelido, una esaltazione collettiva ed un tripudio di coriandoli e stelle filanti. La Pro Loco, con la genialità dei costruttori, ha voluto personificare in “Pinocchio”, il celebre burattino stavolta in cartapesta, tutte le contraddizioni, i difetti, le svagatezze, i capricci della fanciullezza di sempre.
a cura di Vincenzo Di Sabato storico locale
 
Grande successo per la rievocazione del Carnevale di S.Giacomo Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
3 marzo 2014 S.Tiziano
carnevale-ico
Anche se la giornata di sabato 1 marzo non è stata una delle migliori per quanto ha riguardato la temperatura comunque tanta gente e sopratutto tanti giovani e tanti ragazzi hanno partecipato alla Prima Edizione del Carnevale di S.Giacomo che si è svolta per le vie e le piazze del paese. Un grazie a tutti i giovani dell'Associazione San Giacomo UnicaMente che, da quando è stata creata, ha organizzato una serie di manifestazioni ed eventi che ha movimentato tante serate per la gioia di grandi e piccini. Siamo certi che questa manifestazione avrà un seguito anche il prossimo anno e sarà ancora più bella. Un plauso a tutti i giovani sangiacomesi che tanto si impegnano per riportare in auge feste e tradizioni che da anni erano scomparse.
Clicca qui per vedere qualche foto
Se invece volete rivedere le tante foto scattate durante la sfilata, visitate su Facebook la pagina
 
Le bellezze di Termoli sui giornali olandesi Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
3 marzo 2014 S.Tiziano
olandesi_in_visita_a_Termoli
Nello  mese di ottobre dello scorso anno sono venuti in visita a Termoli e dintorni tre gruppi di turisti olandesi accompagnati dalla signora Angeline van Suntenmaartensadijk.titolare di un'agenzia di viaggio in Olanda la The Travel Club, hanno preso parte all’iniziativa Gusta Molise, un evento per la promozione, la scoperta e la valorizzazione del territorio e della cucina tipica.
Ad accogliere gli ospiti  il responsabile dell'Azienda Soggiorno e Turismo Enzo Antonarelli per il saluto di benvenuto su uno dei trabucchi più belli sito sotto il muraglione del Borgo Antico dove gli olandesi hanno potuto vedere come avviene la pesca e i tipi di pesci che si riescono a pescare; il giro turistico è proseguito poi al Castello, alla Cattedrale e per i vicoli e le piazzette della città vecchia con il Presidente dell'Associazione dell'Archeoclub di Termoli Oscar De Lena, che ha illustrato ai gentili ospiti la storia, gli avvenimenti e le  leggende legate alla nostra città.
La signora Angeline promotrice di queste iniziative così si espresse prima di ripartire per a terra dei tulipani  “Con questo terzo ed ultimo gruppo concludiamo una esperienza molto positiva, le oltre trenta persone venute nella vostra splendida Regione, hanno potuto ammirare con gli occhi e con le mani la bontà della vostra regione Molise. Siamo stati nei frantoi a vedere la produzione dell'olio, nelle cantine per vedere come fate il vino e nelle varie campagne per vedere e gustare i prodotti molisani. Abbiamo fatto dei corsi per imparare alcuni piatti della vostra cucina locale e tutti sono rimasti impressionati favorevolmente ed entusiasti di quello che hanno visto e potuto gustare”.
Ora alcune delle loro esperienze fatte sono state pubblicate in un giornale olandese "De Smaak van Italië" (L'Italia delgusto) che si occupa di turismo verso l'Italia e di cui la signora Angeline ci ha inviato il link.
A maggio prossimo arriverà un piccolo primo gruppo per visitare Termoli e le isole Tremiti e poi ad ottobre riprenderanno le visite dei gruppi come lo scorso anno.
clicca sotto per sfogliare il giornale olandese

http://www.desmaakvanitalie.nl/eten-en-drinken-italie/proef-molise/

 
<< Inizio < Prec. 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 Succ. > Fine >>

Pagina 152 di 346